Martedì 23 Ottobre 2018 | 11:08

NEWS DALLA SEZIONE

Serie D
Bari sull’ottovolante a suon di gol

Bari sull’ottovolante a suon di gol

 
La convenzione
Bari, De Laurentiis darà al Comune50 biglietti gratis per scuole e chiese

Bari, De Laurentiis darà al Comune 50 biglietti gratis ...

 
Calcio
Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

 
Serie D
Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

 
SSC Bari
Baricalcio, è ufficiale: in quadra anche Nicola Turi

Bari calcio, è ufficiale: in squadra anche Nicola Turi

 
Serie D
Il Bari degli under? Un’arenadove si diventa «gladiatori»

Il Bari degli under? Un’arena dove si diventa «gladiato...

 
Serie D
Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garant...

 
Serie D
Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

 
SSC Bari
Baricalcio, stop per Floriano: salta il match con la Cittanovese

Baricalcio, infortunio per Floriano: salta il match con...

 
Dopo la Coppa Italia
Roberto Floriano

Bari, il danno e la beffa

 
Il match di Coppa italia
Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande fe...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

serie b

La Guardia di Finanza nella sede del Bari calcio per prendere documenti

In una nota la società spiega che i documenti acquisiti riguardano «l'assolvimento degli obblighi federali con scadenza 16 marzo 2018, nell’ambito di un’indagine non riguardante direttamente la società»

Per ritenute Irpef e contributi Inps pagati in ritardo al Bari calcio sono stati inflitti due punti di penalizzazioni dalla giustizia sportiva

guardia di finanza

BARI - Acquisizioni di documenti sul pagamento ritardato di Irpef e contributi dei giocatori biancorossi sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza di Bari presso la sede del Bari Calcio e della Banca Popolare di Bari. In una nota la società spiega che i documenti acquisiti riguardano «l'assolvimento degli obblighi federali con scadenza 16 marzo 2018, nell’ambito di un’indagine non riguardante direttamente la società».

Si tratta del pagamento, avvenuto con alcune settimane di ritardo rispetto alla scadenza, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio e febbraio 2018. Questa vicenda è costata al Bari anche due punti di penalizzazioni inflitti dalla giustizia sportiva.

Nella nota la società spiega, inoltre, che «le attività di acquisizione documentale non hanno avuto ad oggetto le questioni concernenti la convocazione dell’Assemblea straordinaria dei soci per l’adozione dei provvedimenti» relativi alla riduzione del capitale sociale sotto il limite legale, «né tanto meno alcun aspetto relativo alla situazione patrimoniale della società». Il prossimo 15 giugno, infatti, il presidente Cosmo Giancaspro, ha convocato l’assemblea dei soci, quindi anche l’ex presidente Gianluca Paparesta che ora detiene la quota di minoranza, per ricapitalizzare la società a fronte di perdite accumulate per circa 5 milioni di euro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400