Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 07:10

NEWS DALLA SEZIONE

Serie D
Bari sull’ottovolante a suon di gol

Bari sull’ottovolante a suon di gol

 
La convenzione
Bari, De Laurentiis darà al Comune50 biglietti gratis per scuole e chiese

Bari, De Laurentiis darà al Comune
50 biglietti gratis per scuole e chiese

 
Calcio
Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

 
Serie D
Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

 
SSC Bari
Baricalcio, è ufficiale: in quadra anche Nicola Turi

Bari calcio, è ufficiale: in squadra anche Nicola Turi

 
Serie D
Il Bari degli under? Un’arenadove si diventa «gladiatori»

Il Bari degli under? Un’arena
dove si diventa «gladiatori»

 
Serie D
Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

 
Serie D
Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

 
SSC Bari
Baricalcio, stop per Floriano: salta il match con la Cittanovese

Baricalcio, infortunio per Floriano: salta il match con Cittanovese

 
Dopo la Coppa Italia
Roberto Floriano

Bari, il danno e la beffa

 
Il match di Coppa italia
Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Serie B

Il Bari non può sbagliare, col Perugia è un bivio

Promozione diretta, fiammella da tenere in vita

Bari, colpo Grosso  Sogliano ha deciso

Fabio Grosso

BARI - Blindare i playoff e provare a tenere accesa una fiammella di speranza per la promozione diretta. Si gioca tantissimo oggi il Bari al San Nicola (alle 15) contro gli umbri. I biancorossi vivranno la seconda tappa del trittico di scontri diretti in programma in questo rush finale: dopo il pareggio contro il Palermo, ecco il confronto con i grifoni che in classifica contano due punti in meno rispetto ai galletti. In serie positiva da sei turni (una vittoria e cinque pareggi), la truppa di Fabio Grosso (ancora in «silenzio» con i media locali) cerca un successo che certificherebbe l’accesso matematico agli spareggi per la serie A. Le prospettive raggiungibili nei restanti due turni che chiuderanno la regular season dipenderanno dai risultati della battistrada: Parma, Frosinone, Palermo e Venezia. Facile intuire che le possibilità di ambire al secondo posto, lontano cinque lunghezze, siano piuttosto ridotte. Fondamentale, però, è riuscire a centrare una posizione tra la quinta e la sesta che consentirebbe, nell’eventualità di dover affrontare il turno preliminare (in programma il 26 e 27 maggio), di cominciare il percorso al San Nicola e di accedere alla fase successiva anche in caso di pareggio (sebbene sarebbero necessari i tempi supplementari, mentre non sono previsti i calci di rigore).

Il Perugia, a sua volta, è tra le compagini che vantano uno dei migliori rendimenti nel girone di ritorno (gli umbri sarebbero terzi dopo il giro di boa), ma nelle ultime tre giornate ha raccolto soltanto due pari ed una sconfitta. Non ci sono, peraltro, defezioni di rilievo tra gli ospiti. Grosso, invece, dovrà rinunciare a ben tre squalificati: Marrone, Henderson e Nenè (tutti fermati per un turno dal giudice sportivo), nonché agli infortunati Cassani e Morleo. Probabile che il tecnico biancorosso torni al canonico 4-3-3, dopo l’esperimento del 3-5-2 attuato a Palermo. Diversi i ballottaggi, presenti in tutti i reparti. In difesa, consueto testa a testa tra Sabelli e Anderson per la maglia di terzino destro, mentre sulla corsia sinistra agirà Balkovec. Al centro della retroguardia, uno tra Diakitè ed Empereur affiancherà Gyomber. Sulla carta, il francese sembra decisamente più affidabile del brasiliano: l’infortunio muscolare che lo ha fermato qualche settimana fa dovrebbe essere ormai definitivamente alle spalle. In mediana, Basha sarà in cabina di regia: ai suoi lati si giocano due posti Tello, Iocolano e Busellato, con i primi due in vantaggio. Incertezza anche in attacco: l’impressione è che Cissè possa sostituire Nenè da centravanti. In tal caso, Galano e Improta sarebbero gli esterni, mentre Floro Flores resterebbe l’arma da utilizzare a gara in corso. La punta napoletana, tuttavia, spera in una chance dall’inizio, mentre più staccato pare Kozak. Se la scelta dovesse cadere su Floro Flores, Cissè entrerebbe in competizione con Galano ed Improta per occupare le corsie esterne. Tornano tra i convocati, infine, Oikonomou (dopo oltre tre mesi di stop a causa di un’infrazione allo scafoide) e Brienza. Particolarmente importante il rientro del fantasista di Cantù che ha saltato gli ultimi due incontri a causa di una contrattura. Il 39enne trequartista spesso è stato decisivo pur con un minutaggio limitato. Se oggi Grosso dovesse aver bisogno della sua classe, Brienza sarà pronto a rispondere alla chiamata.

Davide Lattanzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400