Sabato 08 Maggio 2021 | 12:02

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
Vincenzo Florio, maestro pizzaiolo pugliese, nel network dell’Alleanza Slow Food

Vincenzo Florio, maestro pizzaiolo pugliese, nel network dell’Alleanza Slow Food

 
Gastronomia
Sushi o pasta? Lo chef Hiro in Salento

Sushi o pasta? Lo chef Hiro in Salento

 
La curiosità
Sammichele, così il paese ottiene il marchio di «Città dell’Olio»

Sammichele, così il paese ottiene il marchio di «Città dell’Olio»

 
Food e non solo
Basilicata, le eccellenze assediate dalle imitazioni

Basilicata, le eccellenze assediate dalle imitazioni

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, tempo di casting: serve un big del mercato

Bari, tempo di casting: serve un big del mercato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa decisione
Bari, ok dal Comune a tavolini in strada per bar e ristorante

Bari, ok dal Comune a tavolini in strada per bar e ristoranti

 
BatLa scoperta
Canosa, era ai domiciliari ma continuava a spacciare: in giardino custodiva droga e armi

Canosa, era ai domiciliari ma continuava a spacciare: in giardino custodiva droga e armi

 
Foggianel foggiano
San Nicandro Garganico, decine di ragazzi al parco dopo le 22, militari intervengono: spintonati e insultati

San Nicandro Garganico, decine di ragazzi al parco dopo le 22, militari intervengono: spintonati e insultati

 
TarantoL'iniziativa
Patrick Zaki cittadino onorario di Taranto

Patrick Zaki cittadino onorario di Taranto

 
LecceCovid
Alunno positivo, chiusa un'altra scuola a Porto Cesareo

Alunno positivo, chiusa un'altra scuola a Porto Cesareo

 

i più letti

Feste di-vine

Vino, la movida pugliese è moda

Acquaviva, Grottaglie e Ruvo: con feste e calici vince il marketing territoriale

CALICI DI LUSSO - Una veduta della Tenuta di Acquaviva

CALICI DI LUSSO - Una veduta della Tenuta di Acquaviva

E’ partita la movida del vino. Da mille persone fino a 50 ospiti, selezionatissimi ospiti o ancora di meno: per una festa privata a bordo piscina. Sempre e soltanto, aldilà dei numeri e dello stile, per onorare sua maestà Bacco.

L’estate pugliese è anche questo, feste di-vine. Dove? Ovunque si sia compreso il valore del marketing territoriale, di quello strumento impalpabile ma molto concreto che rende un vino diverso da un altro. Tecnicamente? Non solo, o forse solamente nel racconto della storia e dell’emozione legata a quel luogo, magari noto per tutt’altro.

Un esempio? Se dico Acquaviva, la prima risposta che ci veniva in mente era la cipolla, che ha reso celebre questo pezzo di Murgia. Dallo scorso anno, con la Casa Bianca di Trump che ha porta a tavola il vino delle Tenute Chiaromonte, ora anche i meno esperti si ricordano che in queste fertili colline prosperano le vigne del vino DOC Primitivo di Gioia del Colle.

Un fiume di auto, roseti in fiore all’inizio dei filari di uva, oltre un migliaio di persone, ghiaccio a volontà per tenere fresco il vino e un immenso prato verde hanno fatto da corolla alla presentazione al pubblico (solo su invito) appunto della nuova sede di Tenute Chiaromonte. Ma ci vorranno altri 4-5 anni, come ci dice Nicola Chiaromonte, per completare questa che a me sembra una cattedrale del vino.

Spostiamoci a Sud e, se dico Grottaglie, tutti pensiamo alle ceramiche. Non solo, perché dopo otto generazioni Nicola Motolese (ha ripreso a produrre il vino in bottiglia. Con 200 ettari di possedimenti, e masserie splendide, che arrivano fino a San Michele di Bari e a Lizzano, Tenute ha deciso di presentare questa sera a Grottaglie nella Bottega de Monaco la nuova annata dei suoi vini. E poi? A Ruvo di Puglia, solo per il museo Jatta? Qui, il 5 luglio, nella boutique winery (proprio così, in inglese)dell’azienda Agricola Mazzone. L’estate 2019, allora, sarà quella della caccia di inviti per la movida del vino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie