Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 10:14

NEWS DALLA SEZIONE

l'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

 
Operazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, non ce l'ha fatta il cucciolo di foca spiaggiato: morto tra le braccia dei veterinari

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Mefli a porte chiuse

Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Mefli a porte chiuse

 
TarantoImmigrazione
Taranto, sbarcate 403 persone dalla «Ocean Viking»

Taranto, sbarcate 403 persone dalla «Ocean Viking»

 
FoggiaNel Foggiano
S. Nicandro Garganico, sequestrati 12 chili di marijuana e fucili: due in manette

S. Nicandro Garganico, sequestrati 12 chili di marijuana e fucili: due in manette

 
Brindisil'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

 
BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

ad ostuni

«Non può giustificare
tanti soldi», sequestrati

«Non può giustificaretanti soldi», sequestrati

OSTUNI - Una misura cautelare reale è stata eseguita dal Commissariato della Polizia di Stato di Ostuni nei confronti del 54enne ostunese, P.C. al quale è stato sequestrata un’autovettura e un conto corrente bancario.

L’uomo, già tratto in arresto per i reati inerenti lo spaccio di grossi quantitativi di droga del tipo hashish, ricettazione ed evasione dagli arresti domiciliari, ha visto il Giudice per le Indagini preliminari, dott. Stefania De Angelis, nell’ambito delle disposizioni del Codice Antimafia, disporre la confisca previo sequestro a carico dell’uomo, della somma di 13 mila e 600 euro sulla base della articolo 12 sexies del D.L. 306 del 1992 (che dispone la confisca del denaro, dei beni o delle altre utilità di cui il condannato non può giustificare la provenienza e di cui risulta essere titolare o avere la disponibilità a qualsiasi titolo in valore sproporzionato al proprio reddito, dichiarato ai fini delle imposte sul reddito).

Si è giunti a ciò dopo una complessa attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Brindisi, col Pubblico Ministero, dott. Raffaele Casto, che ha visto in azione agenti del Commissariato ostunese con i militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza i quali hanno eseguito l’attività di sequestro di beni mobili illegittimamente acquisiti nel corso del tempo da parte dell’uomo.

Come si ricorderà, il 54nne era stato tratto in arresto per spaccio di circa 5 chili di hashish e, dopo un periodo di carcere, era stato assegnato agli arresti domiciliari. I costanti controlli da parte degli agenti evidenziarono delle violazioni che ne determinarono la riassegnazione in carcere mentre, prima di ciò, nel corso di una perquisizione in casa e prima della traduzione nella Casa circondariale, l’uomo fu trovato in possesso della somma di 13.600 euro in banconote di diversi tagli e nascoste all’interno di una busta dentro un doppiofondo appositamente ricavato in un mobile dell’abitazione, oltre alla contabilità dello spaccio, sim card e telefoni cellulari.

Un somma eccessivamente elevata e sproporzionata rispetto al reddito e della quale l’interessato non era in grado di dare alcuna valida giustificazione in merito al possesso.

Dopo il sequestro, veniva chiesta la confisca del denaro poiché accertamenti relativi ai redditi dichiarati e alle attività economiche svolte dal P.C. consentivano di dimostrare che lo stesso non aveva mai di fatto lavorato, dichiarando ufficialmente redditi neppure adeguati a garantire il soddisfacimento dei bisogni primari della persona.

Il provvedimento di contrasto alla criminalità mafiosa mira ad evitare che il danaro di provenienza delittuosa possa consentire la commissione di altri delitti gravi come quelli per i quali è giunta a carico di P.C., la condanna in via definitiva.

Venerdì scorso, dopo aver rintracciato l’uomo, si è proceduto ad i beni mobili attualmente nella sua disponibilità, sottoponendo a sequestro penale un’auto (del valore di circa 2000 euro) e un conto corrente bancario a lui intestato.

Le attività proseguono al fine di poter rintracciare altri beni da sottrarre all’uomo e assicurarli alla giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie