Lunedì 10 Agosto 2020 | 04:38

NEWS DALLA SEZIONE

l'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 
l'episodio
Brindisi, anziana consegna 650 euro a un falso carabiniere

Brindisi, anziana truffata consegna 650 euro a un falso carabiniere

 
nel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
VIOLENZA
Brindisi, sfregia il marito con l'acido, lei non risponde al Gip

Brindisi, sfregia il marito con l'acido: la donna non risponde al Gip

 
LA TRUFFA
Ceglie Messapica, gli sottraggono la password. Anziano perde 117mila euro

Ceglie Messapica, gli sottraggono la password: anziano perde 117mila euro

 
I DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 
IL DRAMMA
Odissea di un papà: da cinque anni non vede il piccolo

Brindisi, l'odissea di un papà: da cinque anni non vede il suo piccolo

 
LA TRAGEDIA
Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

 
AMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 
nel Brindisino
Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaDopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti
Emiliano: «La Puglia non dimentica»

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

a brindisi

Pini «sacrificati» lungo il viale
tra le proteste di tanti cittadini

pini tagliati a brindisi

BRINDISI - “Strage” di pini in viale San Giovanni Bosco tra le proteste dei cittadini. Quell’immagine relativa agli alberi tagliati di netto per esigenze di sicurezza stradale e decoro urbano non è andata giù a tanta gente e ieri, mentre gli addetti ai lavori procedevano a rimuovere tutti i pini (ben 14) all’interno delle aiuole spartitraffico, la redazione della Gazzetta è stata tempestata di telefonate da parte di brindisini che contestavano la drastica soluzione adottata dalla gestione commissariale per poter rimettere a nuovo il manto stradale del lungo viale.

Ma andiamo con ordine. «In data odierna - preannunciava ieri una nota diffusa da Palazzo di Città - avrà inizio la rimozione dei “Pinus pinea” insistenti nel primo tratto di viale San Giovanni Bosco, tra le vie Appia e Magenta. L’intervento, eseguito dalla Multiservizi, si è reso necessario in seguito alle verifiche sulle condizioni di stabilità delle alberature, eseguite dalla stessa società in house con l’ausilio di tecnici specializzati in concomitanza con i lavori di rifacimento del manto stradale, resosi pericoloso per la viabilità a causa dell’emergenza degli apparati radicali. Il cantiere stradale, come è noto - proseguiva la nota - ha avuto una sospensione delle attività in attesa delle risultanze della valutazione della stabilità dei pini dopo la rimozione dei primi strati carrabili e delle radici emergenti. Le risultanze della valutazione della stabilità eseguita hanno chiaramente indicato la necessità di dover rimuoverli. I pini saranno immediatamente rimpiazzati con la messa a dimora di giovani piante di tiglio».

Detto, fatto. Come si vede dalle immagini in alto, i tronchi sono stati tranciati uno dietro l’altro e ciò ha indispettito tanti cittadini, soprattutto residenti: «Quei pini hanno non meno di sessant’anni - protestava ieri una donna - ed è inaccettabile, a prescindere dal fatto che verranno sostituiti con altre piante, che vengano trattati in questo modo. Che fine faranno? Possono essere ripiantati altrove o sono destinati a morire tutti?». [p. potì]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie