Martedì 28 Gennaio 2020 | 13:42

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, non ce l'ha fatta il cucciolo di foca spiaggiato: morto tra le braccia dei veterinari

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSanità
Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

 
FoggiaOperazione dei Cc
Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

 
TarantoOperazione Gdf
Massafra, sequestrata maxi discarica: 24mila tonnellate di di scarti di marmo e fanghi

Massafra, sequestrata maxi discarica: 24mila tonnellate di di scarti di marmo e fanghi

 
BariLo stop nel 2013
Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due sono figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Brindisi

Stanno «uccidendo»
il parco giochi del Casale

La struttura più antica della città violentata giorno dopo giorno

Stanno «uccidendo»  il parco giochi del Casale

di Antonio Portolano

BRINDISI - Stanno uccidendo il parco giochi più «antico» della città. Un pezzo alla volta, un giorno dopo l’altro, la struttura che ha ospitato per quasi mezzo secolo i bambini di tutta la città viene «violentata». Da un lato un’orda di mocciosi che vandalizzano qualsiasi cosa gli capiti a tiro, dall’altro la più totale indifferenza di quanti sono preposti al controllo di un bene pubblico a qualsiasi livello. E nell’indifferenza più totale il parco giochi del rione Casale sta morendo un po’ alla volta.

Non è la prima volta che la stampa denuncia i raid dei teppisti, ma come nel più classico dei copioni, l’unica risposta è il silenzio da parte di tutti. Il deposito del parco è ormai completamente distrutto: lavandini spaccati, luce accesa anche di giorno, porte sfondate, masserizie incendiate. Uno dei tanti cestini - in questa parte della città fortunatamente non mancano - è stato divelto dal palo che lo regge per poi essere incendiato e scaraventato a decine di metri di distanza, davanti ad altri depositi aperti e sebbene a soqquadro salvati solo dalle inferriate che non si sa per quanto resisteranno. Incendiata anche una sedia che campeggia nei pressi del pattinodromo e pezzi di spugna, non è escluso possa essere opera degli «artificieri» che già da tempo hanno iniziato a cimentarsi nella classica occupazione «pre natalizia» dell’esplosione di petardi di ogni genere incuranti anche dei piccoli.

Lo scempio purtroppo non si ferma qui perchè del pattinodromo non è rimasto che un ricordo dei gloriosi tempi che furono, quando era meta di associazioni e competizioni sportive. Oggi quasi tutte le pareti di plexiglas sono state distrutte. Nella furia senza limiti dei violentatori del bene comune sono finite buona parte delle staccionate di protezione che dividono il parco del pattinodromo. Non è escluso che uno di questi giorni qualche bimbo possa precipitare da un’altezza di quasi un metro e mezzo con le logiche conseguenze. Le ringhiere sono state ridotte a frammenti. Così come tanti frammenti pericolosi sono stati disseminati in tutto il parco. Qualcuno per spaccarle si è anche ferito come documentano le tracce di sangue (negli scatti proposti).

Un parco giochi è uno dei tanti esempi su cui si misura il grado di civiltà e la vivibilità di una città. In qualsiasi posto, una struttura del genere sarebbe custodita come una «bomboniera». Ma a Brindisi, come sempre, tutto finisce nell’indifferenza, salvo poi piangere sul latte versato, o ricordarsi quando è ormai i famigerati «buoi» sono scappati dalla stalla. La città sarà in grado di tenersi il suo parco o tra qualche tempo - molto presto a se si considera il ritmo degli atti vandalici - ci ritroveremo difronte al solito refrain: «C’era una volta il parco giochi?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie