Lunedì 21 Ottobre 2019 | 04:30

NEWS DALLA SEZIONE

Il sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 
Al centro Le Colonne
Brindisi, maltratta anziano per l'elemosina, poi aggredisce Cc: in manette nigeriano

Brindisi, maltratta anziano per l'elemosina, poi aggredisce Cc: in manette nigeriano

 
Operazione della Polizia
Ostuni, maltrattamenti e lesioni in famiglia: arrestato 44enne

Ostuni, maltrattamenti e lesioni in famiglia: arrestato 44enne

 
Verso Tokyo 2020
Taekwondo, il mesagnese dell'Aquila medaglia di bronzo nel Gp di Sofia

Taekwondo, a Gp Sofia mesagnese dell'Aquila medaglia di bronzo

 
I controlli
Operazione antidroga dei cc: due arresti per spaccio a Brindisi e Latiano

Operazione antidroga dei cc: due arresti per spaccio a Brindisi e Latiano

 
La beffa
Fasano, tornano i ladri di galline: pollaio «svuotato» in due notti

Fasano, tornano i ladri di galline: pollaio «svuotato» in due notti

 
Il batterio killer
Xylella, estirpato a Ostuni un albero che ormai ha infettato gli altri

Xylella, estirpato a Ostuni un albero che ormai ha infettato gli altri

 
La smentita
«A Fasano le notizie false sulla mensa scolastica: niente vermi»

«A Fasano le notizie false sul servizio di refezione scolastica»

 
Le indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 
Preso dalla Polizia
Brindisi, spacciava in casa cocaina e marijuana: in cella un 45enne

Brindisi, spacciava in casa cocaina e marijuana: in cella un 45enne

 
in mattinata
Brindisi, 25 migranti sbarcano al porto: «Siamo curdi»

Brindisi, 25 migranti sbarcano al porto: «Siamo curdi»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

ambiente

Anche amianto dato alle fiamme
tra le villette di Rosa Marina

Blitz dei carabinieri della Forestale nell'area della rinomata località balneare di Ostuni

carabinieri

OSTUNI - Un’area dell’estensione di tre ettari e mezzo, ubicata nel complesso residenziale di Rosa Marina, era stata trasformata nel corso del tempo in un’enorme discarica a cielo aperto in cui venivano sistematicamente smaltiti rifiuti di ogni nere, amianto compreso. Ad individuare la bomba ecologica sono stati i carabinieri forestali della stazione di Ostuni, che hanno posto sotto sequestro l’area. Nel sito i militari hanno trovato materiali da demolizioni edili, pneumatici fuori uso, plastiche, bombolette spray, elettrodomestici, parti di autoveicoli, lastre di ondulato in cemento-amianto. Questi cumuli – hanno reso noto dal Gruppo carabinieri forestali di Brindisi – erano stati in parte dati alle fiamme, per cui i militari hanno accertato una situazione di estremo degrado ambientale, procedendo di iniziativa a sigillare l’area, ad evitare il peggioramento dello stato dei luoghi, denunciando l’amministratore unico della società di gestione dei terreni – C.P., di anni 53, di Ostuni – a cui è stato contestato il reato di attività di gestione di discarica non autorizzata, destinata anche soltanto in parte all’illecito smaltimento di rifiuti pericolosi, secondo il dettato dell’ art. 256, comma 3, del “Codice dell’ambiente”. Per questa fattispecie di reato la pena prevista è dell’arresto da 1 a 3 anni congiuntamente ad un’ammenda da 5.200 a 52.000 euro.

La ditta di Casale Monferrato che li produceva li aveva spacciati per eterni. Invece, i manufatti in cemento-amianto non solo non si sono rivelati di vita eterna, come indicava il loro nome, ma si sono rivelati causa di gravi problemi per la salute dei lavoratori e per l’ambiente. La pericolosità dell’eternit è dovuta alla possibile liberazione di fibre di amianto. La scienza medica ha ormai dimostrato, senza ombra di dubbio alcuno, che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono provocare un tumore polmonare, il mesotelioma pleurico. Sino a quando non ci sono rotture dei manufatti non c’è pericolo. Quindi, i manufatti in eternit che godono di buona salute non vanno rimossi: quando sono in buono stato di manutenzione non rappresentano un pericolo per la salute pubblica e per l’ambiente. Il problema sorge quando i manufatti versano in condizioni di abbandono e iniziano per questo a sgretolarsi liberando nell’aria particelle di amianto che, se inalate, possono rivelarsi cancerogene per chi le respira. Quando l’eternit versa in condizioni di degrado la bonifica del sito è non solo necessaria, ma non rinviabile per evitare di pregiudicare ulteriormente la salubrità dell’intera area. [m.mong.] 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie