Sabato 23 Febbraio 2019 | 01:28

NEWS DALLA SEZIONE

Furto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
No all'omofobia a scuola
Brindisi, Emiliano si commuove tra i ragazzi che hanno difeso amico gay: «Orgoglioso di voi»

Brindisi, Emiliano si commuove tra i ragazzi che hanno difeso amico gay: «Orgoglioso di voi»

 
A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili VD

 
l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

ambiente

Anche amianto dato alle fiamme
tra le villette di Rosa Marina

Blitz dei carabinieri della Forestale nell'area della rinomata località balneare di Ostuni

carabinieri

OSTUNI - Un’area dell’estensione di tre ettari e mezzo, ubicata nel complesso residenziale di Rosa Marina, era stata trasformata nel corso del tempo in un’enorme discarica a cielo aperto in cui venivano sistematicamente smaltiti rifiuti di ogni nere, amianto compreso. Ad individuare la bomba ecologica sono stati i carabinieri forestali della stazione di Ostuni, che hanno posto sotto sequestro l’area. Nel sito i militari hanno trovato materiali da demolizioni edili, pneumatici fuori uso, plastiche, bombolette spray, elettrodomestici, parti di autoveicoli, lastre di ondulato in cemento-amianto. Questi cumuli – hanno reso noto dal Gruppo carabinieri forestali di Brindisi – erano stati in parte dati alle fiamme, per cui i militari hanno accertato una situazione di estremo degrado ambientale, procedendo di iniziativa a sigillare l’area, ad evitare il peggioramento dello stato dei luoghi, denunciando l’amministratore unico della società di gestione dei terreni – C.P., di anni 53, di Ostuni – a cui è stato contestato il reato di attività di gestione di discarica non autorizzata, destinata anche soltanto in parte all’illecito smaltimento di rifiuti pericolosi, secondo il dettato dell’ art. 256, comma 3, del “Codice dell’ambiente”. Per questa fattispecie di reato la pena prevista è dell’arresto da 1 a 3 anni congiuntamente ad un’ammenda da 5.200 a 52.000 euro.

La ditta di Casale Monferrato che li produceva li aveva spacciati per eterni. Invece, i manufatti in cemento-amianto non solo non si sono rivelati di vita eterna, come indicava il loro nome, ma si sono rivelati causa di gravi problemi per la salute dei lavoratori e per l’ambiente. La pericolosità dell’eternit è dovuta alla possibile liberazione di fibre di amianto. La scienza medica ha ormai dimostrato, senza ombra di dubbio alcuno, che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono provocare un tumore polmonare, il mesotelioma pleurico. Sino a quando non ci sono rotture dei manufatti non c’è pericolo. Quindi, i manufatti in eternit che godono di buona salute non vanno rimossi: quando sono in buono stato di manutenzione non rappresentano un pericolo per la salute pubblica e per l’ambiente. Il problema sorge quando i manufatti versano in condizioni di abbandono e iniziano per questo a sgretolarsi liberando nell’aria particelle di amianto che, se inalate, possono rivelarsi cancerogene per chi le respira. Quando l’eternit versa in condizioni di degrado la bonifica del sito è non solo necessaria, ma non rinviabile per evitare di pregiudicare ulteriormente la salubrità dell’intera area. [m.mong.] 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400