Venerdì 07 Agosto 2020 | 20:35

NEWS DALLA SEZIONE

nel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
VIOLENZA
Brindisi, sfregia il marito con l'acido, lei non risponde al Gip

Brindisi, sfregia il marito con l'acido: la donna non risponde al Gip

 
LA TRUFFA
Ceglie Messapica, gli sottraggono la password. Anziano perde 117mila euro

Ceglie Messapica, gli sottraggono la password: anziano perde 117mila euro

 
I DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 
IL DRAMMA
Odissea di un papà: da cinque anni non vede il piccolo

Brindisi, l'odissea di un papà: da cinque anni non vede il suo piccolo

 
LA TRAGEDIA
Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

 
AMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 
nel Brindisino
Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

 
VANDALISMO
Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

 
L'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: 52enne lotta tra la vita e la morte, arrestata moglie

 
l'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baril'attentato
Toritto, incendiata auto dirigente comunale: telecamera riprende 2 che appiccano fuoco

Toritto, incendiata auto dirigente comunale: telecamera riprende 2 che appiccano fuoco

 
TarantoL'appello
Taranto, Confindustria scrive a Turco: «Tessile, rilanciare Made in Italy»

Taranto, Confindustria scrive a Turco: «Tessile, rilanciare Made in Italy»

 
Foggiala denuncia
Sa Severo, abbattuti 5 ettari di tendoni di uva: «Atto criminale»

Sa Severo, abbattuti 5 ettari di tendoni di uva: «Atto criminale»

 
MateraNel materano
Farrandina, sono positivi al Covid tre migranti dei 9 in fuga da Centro accoglienza

Ferrandina, positivi al Covid tre migranti tunisini in fuga da Centro accoglienza

 
Potenzala denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Leccegiornalismo
Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

 
Batl'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 

i più letti

Savelletri

Caos «dehor», verso altri
sequestri della Procura

Caos «dehor», dopo le relazioni  si va verso altri sette sequestri

FASANO - Caos «dehor»: il giorno dopo i sequestri dei gazebo, ubicati all’esterno di ristoranti, pizzerie e bar, da parte dei vigili urbani in città non si è parlato d’altro. Le ricadute che il sequestro dei «dehor» può avere sull’occupazione e, più in generale, sull’economia della città preoccupano tutti, amministratori compresi.

Ieri non ci sono stati altri sequestri di strutture, ma questo non significa che i vigili urbani abbiano ultimato di apporre i sigilli a quelle ubicate all’esterno dei pubblici esercizi siti nel centro cittadino e nelle frazioni.

La giornata di “pausa” è servita agli uomini del maggiore Fernando Virgilio per completare la redazione degli atti relativi ai sequestri operati l’altro ieri. Ogni operazione di sequestro comporta, infatti, un notevole lavoro burocratico.

Oggi gli uomini della Municipale dovrebbero tornare all’opera: stando a quello che è stato possibile sapere, sono in programma i sequestri di altri sette «dehor». Apposti i sigilli a questi gazebo, praticamente tutti i «dehor» realizzati dopo il 2012, anno in cui è entrato in vigore il regolamento comunale che disciplina la materia, saranno stati posti sotto sequestro.

Al momento si tratta di sequestri senza facoltà d’uso da parte dei proprietari delle strutture. Questo significa che, in piena stagione turistica, i ristoratori, da un momento all’altro, non potranno più contare sui posti a sedere realizzati all’interno dei gazebo. Per l’economia di Savelletri, in particolare, e di Fasano in generale, è una mazzata di quelle che potrebbero rivelarsi letale. Proprio partendo da questa considerazione, che è scontata, a Palazzo di città il sindaco e i suoi collaboratori stanno cercando, combattendo una vera e propria lotta contro il tempo, di individuare una possibile via d’uscita da questa situazione. Il Comune, ad onor del vero, al momento può fare poco: la “palla” è in mano alla magistratura. La Procura, ma anche il gip del Tribunale di Brindisi, sono dell’idea che il regolamento, adottato dal Consiglio comunale di Fasano cinque anni fa per disciplinare l’installazione dei «dehor», sia “fuori legge”.

In estrema sintesi, il regolamento prevede che per la realizzazione di un «dehor» sia sufficiente avere titolo per occupare il suolo pubblico. Lo stesso regolamento, partendo dall’assunto che si tratta di strutture precarie e che, per loro stessa natura, devono essere smontabili e facilmente rimovibili, statuisce per la realizzazione di un «dehor» non è necessaria nessuna autorizzazione edilizia. Non la pensano allo stesso modo i vigili urbani di Fasano, la Procura della Repubblica e il gip del Tribunale di Brindisi. Di qui la convalida, chiesta e ottenuta dal gip Tea Verderosa da parte del sostituto procuratore della Repubblica Luca Miceli, del gazebo realizzato all’esterno del ristorante di Savelletri. Un sequestro che ha poi avuto effetto domino; a seguire sono stati o stanno per essere sequestrati tutti i «dehor» impianti nel Fasanese.

m. mong.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie