Lunedì 20 Gennaio 2020 | 18:04

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVLotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
BariI dati
La Puglia e la lotta ai tumori: soddisfazione per il Sistema Sanitario pugliese

La Puglia e la lotta ai tumori: soddisfazione per il Sistema Sanitario pugliese

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
HomeLa decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie lucane, muore 33enne: 26 persone in carcere. Autista arrestato: «Ero circondato, avevo paura»

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: chiedevano 100mila euro a imprenditore, tre fermi

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

il problema

La Xylella non si riesce a fermare
altri alberi eradicati a Carovigno

nuovi contagi ma tutto sembra inutile

La Xylella non si riesce a fermarealtri alberi eradicati a Carovigno

Pasquale Camposeo

Carovigno - Nel territorio carovignese si continua la eradicazione degli alberi di olivo infetti dalla Xylella fastidiosa. Non si ferma l’avanzare della Xylella nel territorio carovignese e, dopo quelli individuati nella Contrada di ” Bufolaria”, a due passi dall’area di Torre Guaceto e già abbattuti, l’altro ieri è toccato in un terreno in Contrada “Colacavallo”, già colpito nei mesi scorsi. Quattro gli alberi affetti dal batterio che sono stati sradicati e i cui rami sono stati bruciati, così come indica la normativa regionale. Sono sempre più frequenti e in notevole aumento i focolai attivi della Xylella e il rischio di altri focolai si aggrava sempre di più. Al momento non si conosce il numero esatto degli alberi colpiti dal batterio già accertati e quelli ancora in fase di accertamento che minacciano dall’inizio dell’anno il territorio di Carovigno. Infatti il continuo diffondersi della Xylella non permette di fare un esatto monitoraggio delle Contrade ritenute colpite.

Questo è dovuto particolarmente al ridotto numero dei tecnici per effettuare dei capillari controlli. Buona parte degli alberi infetti sono stati “incappucciati” con teli soprattutto quelli ritenuti alberi monumentali in virtù della legge regionale del 29 marzo scorso che non possono essere abbattuti. Tuttavia a complicare maggiormente le cose, sono le lunghe attese burocratiche per procedere allo sradicamento delle piante una volta accertata l’infezione. Infatti, in Contrada “Colacavallo” nonostante i primi rilevi dei tecnici dell’Arif (Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali) della Regione Puglia e dopo aver accertata l’esistenza effettiva della malattia, ci sono voluti ben oltre tre mesi affinché si procedesse all’espianto degli alberi.

Come si può intuire la preoccupazione dei proprietari terrieri è non solo per l’eccessiva lungaggine dei tempi , ma soprattutto perché temono il progredire inesorabile dell’avanzata della Xylella che potrebbe colpire altri alberi vicini. Insomma, una situazione preoccupante e il tavolo tecnico permanente presso il Gal con i rappresentanti dei Comuni colpiti dalla Xylella annunciato nel Consiglio Comunale a Carovigno tempo fa con la presenza dei sindaci, rimane a tutt’oggi un “nulla” di fatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie