Giovedì 21 Febbraio 2019 | 17:06

NEWS DALLA SEZIONE

A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

centrale federico II

Prima della chiusura
servono studi epidemiologici

Mozione presentata in Consiglio regionale dal Gruppo Articolo 1

brindisi centrale Federico II

BRINDISI - Avviare i passi necessari per giungere alla chiusura della centrale termoelettrica di Cerano prima della scadenza del 2025 fissata alla Conferenza di Parigi e impegnare l’Ares e la Asl di Lecce a realizzare un nuovo studio epidemiologico, simile a quello effettuato nel territorio brindisino, per valutare eventuali effetti sanitari dell’inquinamento anche sulle popolazioni del nord Salento vicine ai comuni già presi in esame.

Questo lo scopo di una mozione presentata in Consiglio regionale dal Gruppo Articolo 1 Movimento Democratico e Progressista per impegnare il Presidente e la Giunta a rendere sempre più concreto il processo di decarbonizzazione della Puglia, unica via di uscita per mettere fine ai danni sulla salute delle persone e dell’ambiente provocati dall’inquinamento industriale. Nella mozione si fa riferimento ai risultati allarmanti del recente studio realizzato dall’Arpa che ha osservato dal 2000 al 2013 un campione di abitanti di Brindisi e comuni limitrofi esposti alle emissioni della centrale di Cerano e del petrolchimico. Sono stati registrati alti tassi di mortalità per specifiche forme tumorali e di malattie cardiovascolari e respiratorie, oltre all’incidenza di malformazioni congenite.

“Visto che i danni provocati da queste emissioni coinvolgono anche altri paesi del nord Salento e hanno suscitato allarme tra i cittadini riteniamo necessario – affermano i consiglieri regionali di Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista Ernesto Abaterusso, Pino Romano e Mauro Vizzino – di impegnare formalmente il governo regionale a realizzare un nuovo studio su queste popolazioni e a rendere concreta la politica industriale di de carbonizzazione muovendo i passi necessari alla chiusura della centrale di Cerano prima dei tempi stabiliti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400