Giovedì 21 Febbraio 2019 | 16:30

NEWS DALLA SEZIONE

A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

ad aprile

Fasano, guerra all'abusivismo
due ordinanze di demolizione

FASANO - Opere realizzate in assenza del permesso di costruire (o in totale difformità o con variazioni essenziali, sparse sul vasto territorio comunale, dalla città, alle località collinari e marinare, alle frazioni) passate sotto la lente di ingrandimento del nucleo di Polizia edilizia della Polizia municipale di Fasano.

Anche nel mese di aprile scorso è stata particolarmente intensa l’attività dello speciale nucleo composto dal maresciallo Filippo Semeraro e dall’assistente capo Fabrizio Zizzi, che ha emesso due rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e due ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Si tratta di opere realizzate in assenza del permesso di costruire, o in totale difformità o con variazioni essenziali. Otto le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi.

Le ordinanze riguardano la realizzazione di una recinzione con rete metallica in viale San Donato (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata) e la realizzazione di una tettoia in legno, piano di lavoro e forno in muratura in viale Monte Abele (quattro le persone ritenute responsabili dell’abuso e segnalate).

I rapporti della Polizia municipale al vaglio dell’Ufficio tecnico comunale riguardano, invece, due opere ritenute abusive: la installazione di un cancello e il posizionamento di dissuasori su strada privata in via Diaz (due le persone ritenute responsabili dell’abuso) e la realizzazione di un intercapedine e di un vespaio in via Sportelli (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso).

Prosegue senza sosta, dunque, l’attività del nucleo di Polizia edilizia della Polizia municipale di Fasano. Si tratta di un nucleo che opera su iniziativa ma anche su delega della Procura della Repubblica di Brindisi ed in collaborazione agli altri corpi di Polizia e che quotidianamente esegue controlli su tutto il territorio fasanese, riscontrando irregolarità in materia urbanistica ed edilizia.

Anche i mesi di febbraio e marzo sono stati due mesi intensi sul fronte dei controlli in materia di edilizia nel Fasanese.

A febbraio scorso il nucleo di Polizia edilizia della Polizia Municipale ha emesso 4 rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e 3 ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Dieci le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi.

Nel mese di marzo, invece, sono stati emessi 4 rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e 5 ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Tredici le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi. [g. d’amico]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400