Domenica 17 Febbraio 2019 | 09:13

NEWS DALLA SEZIONE

Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Sentenza del tribunale di brindisi

Lavorò esposto all’amianto
avrà i benefici contributivi

Lavorò esposto all’amianto  avrà i benefici contributivi

BRINDISI - Il tribunale di Brindisi riconosce ad un lavoratore del Petrolchimico i benefici contributivi per esposizione all’amianto.

A darne notizia sono i due avvocati che hanno sostenuto in giudizio la richiesta (poi accolta dal giudice dott.ssa Maria Forestiere) avanzata da un uomo che aveva prestato la propria attività nel sito industriale di Brindisi dal 1989 al 2003.

«Prima di intraprendere l’azione legale - spiegano in una nota l’avv. Emilio Graziuso e l’avv. Andrea Colella - il lavoratore ha inoltrato all’Istituto di previdenza le istanze volte ad ottenere la maggiorazione (un coefficiente di 1,25% rispetto al normale) prevista dalla legge. Tali istanze, però, non sono mai state accolte. Il lavoratore ha, quindi, esperito una azione legale per il riconoscimento dei propri diritti. E così, il Tribunale di Brindisi ha accolto in pieno le tesi e le richieste dell’avv. Graziuso e dell’avv. Colella dichiarando “il diritto del ricorrente alla rivalutazione contributiva con la maggiorazione del coefficiente 1,25 ex D.L. n. 269 del 2003 per il periodo dal 4.5.1989 al 2.10.2003 e per l’effetto condanna Inps all’adozione dei provvedimenti consequenziali”».

«Siamo molto soddisfatti di questa importante vittoria – affermano ancora l’avv. Graziuso e l’avv. Colella –. Essa, infatti, rappresenta un ottimo risultato non solo dal punto di vista giudiziale ma anche sotto il profilo sociale. È giusto, infatti, che coloro i quali, per motivi di lavoro, siano stati esposti a polveri e fibre di amianto ottengano, qualora ne ricorrano gli estremi, i benefici contributivi previsti dalla legge che in via stragiudiziale l’Inps aveva negato al nostro assistito».

Non è la prima volta che il Tribunale di Brindisi accoglie simili istanze. Poco più di un mese fa, una sentenza favorevole l’aveva ottenuta un altro ex lavoratore impiegato per decenni nel settore della revisione e manutenzione di aerei ed elicotteri militari, negli stabilimenti di Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400