Sabato 20 Aprile 2019 | 18:33

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 
Nel Brindisino
San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

 
Con Easyjet
Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIn città
Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

 
LecceNel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BrindisiIl caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
GdM.TVOperazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 

ostuni

Dimenticarono ago e filo nell'anca
del paziente indagati quattro medici

Dimenticarono ago e filo nell'anca del paziente indagati quattro medici

Piero Argentiero

Citazione diretta in giudizio per un caso di presunta malasanità che si sarebbe verificato nel reparto di Ortopedia dell’ospedale di Ostuni.

Quattro gli imputati: Francesco Loconte, 68 anni, di Fasano, residente a Brindisi, direttore medico; Giovanni Manfredi, 61 anni, di Fasano, chirurgo; Donatello De Vitis, 44 anni, di San Vito dei Normanni, residente a Brindisi, e Massimiliano Di Viesto, 47 anni, di San Vito dei Normanni, collaboratori chirurgo. Sono ritenuti responsabili di lesioni colpose in danno di Domenico Caramia il quale dovette subire un secondo intervento chirurgico per rimuovere il materiale (un ago e un frammento di filo di sutura) lasciato nelle parti molli dell’anca del paziente.

I fatti risalgono all’autunno del 2013. Il paziente impiegò oltre quaranta giorni per riprendersi dal doppio intervento.

Il pubblico ministero Antonio Costantini in precedenza aveva chiesto l’archiviazione, sulla base di una perizia che escludeva responsabilità mediche, alla quale la parte offesa fece opposizione. Il giudice per l’udienza preliminare dispose una nuova perizia che ha fatto emergere probabili responsabilità. E di conseguenza il pubblico ministero chiuse le indagini lo scorso gennaio, ha chiesto la citazione diretta in giudizio per i quattro.

I quattro indagati, come si legge nel capo di imputazione, «per colpa consistita in imperizia, imprudenza e negligenza cagionavano a Domenico Caramia, anche a causa del perdurante dolore direttamente connesso alla colposa dimenticanza di un ago con filo all’esito dell’intervento, lesioni gravi che determinavano una malattia e una incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni per un tempo superiore ai quaranta giorni».

Caramia fu ricoverato nell’ospedale di Ostuni per essere sottoposto ad intervento chirurgico a seguito della frattura del femore sinistro. Un intervento di sostituzione dello stelo protesico ed osteosintesi in persona portatrice di protesi d’anca. Si legge ancora nel capo di imputazione: «Nonostante nella cartella clinica si facesse riferimento ad azioni preventive effettuate per la riduzione del rischio di abbandono di materiale chirurgico (procedura di conteggio pre e post operatoria evidentemente non eseguita con perizia e diligenza) dimenticavano, e comunque omettevano tutti di effettuare il necessario controllo diretto affinché il personale paramedico non dimenticasse, nei tessuto molli dell’anca operata, un ago di sutura e un frammento di filo di nylon». Dimenticanza che provocò una infezione periprotesica.

Una volta scoperta la causa dell’infezione Caramia fu sottoposto ad un secondo intervento chirurgico per rimuovere ago e filo.Loconte è difeso da Giacomo Serio; Manfredi da Riccardo Pagliarulo; De Vita da Mario Guagliani e Di Viesto da Carmela Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400