Sabato 20 Aprile 2019 | 18:20

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 
Nel Brindisino
San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

 
Con Easyjet
Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIn città
Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

 
LecceNel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BrindisiIl caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
GdM.TVOperazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 

Varate le nuove regole urbanistiche

Gli interventi dovranno comunque rispettare le caratteristiche storico culturali

OSTUNI - Approvate nuove determinazioni in merito al Piano Casa per il centro urbano di Ostuni visto che la L.R. n° 14/2009 Piano Casa è stata ulteriormente modificata ed è stato altresì prorogato il termine di validità della stessa legge al 31/12/2017.

In ultimi anni di applicazione nella «Città Bianca» di questa legge regionale, si è visto che gran parte dell’attività edilizia è stata rappresentata proprio dal Piano Casa (circa il 45% delle pratiche edilizie riferite alle nuove costruzioni) e ciò ha comportato non solo un forte sostegno all’imprenditoria locale ma ha anche rappresentato per il Comune, una notevole fonte di introiti in termini di contributi di costruzione.

Tuttavia spesso accade che i fabbricati esistenti, ancorchè legittimi in origine ovvero legittimati in seguito a condoni edilizi, non rispettino le attuali limitazioni di numero di piani o di altezza o i limiti di distanze previsti dal vigente P.R.G. sicchè l’eventuale intervento di ampliamento o demolizione-ricostruzione non potrebbe essere possibile senza violare i parametri edilizi.

Ai sensi della lettera c) del comma 2 dell’art. 6 della L.r. n° 14/2009 e s.m.i. – Piano Casa i Comuni possono motivatamente disporre con deliberazione del Consiglio Comunale la definizione di parti del territorio comunale nelle quali per gli interventi di ampliamento e demolizione e ricostruzione possono prevedersi altezze massime e distanze minime diverse da quelle prescritte dagli strumenti urbanistici vigenti.

Fermo restando i vincoli del P.P.T.R. entrato definitivamente in vigore il 24 marzo del 2015, le cui norme sono immediatamente cogenti e prevalenti sulle norme urbanistiche degli strumenti urbanistici generali dei singoli Comuni, fatte salve, ovviamente, eventuali norme urbanistiche locali più restrittive delle norme paesaggistiche del P.P.T.R., al fine di incentivare l’applicazione della L.R. n°14/2009–Piano Casa si è deliberato che: «nelle varie zone urbanistiche del territorio comunale, sempre fermo restando quanto consentito dal P.P.T.R., gli interventi di ampliamento, possono essere consentiti in deroga ai parametri di P.R.G. ovvero della Variante di adeguamento al P.U.T.T./p in termini di altezza, numero di piani e distanze ove l’ampliamento proposto non possa essere realizzato conformemente ai suddetti parametri».

Nella Zona urbanistica B1 (gran parte della città 7-800tesca), gli interventi di demolizione e ricostruzione sono ammessi solo ed esclusivamente per i fabbricati costituiti da solai piani; nella ricostruzione - è stato ancora previsto - potrà essere realizzato un ulteriore piano in più oltre quelli già esistenti nell’edificio demolito.

Nelle Zone urbanistiche B2 e B3 (gran parte delle parti nuove di Ostuni), gli interventi di demolizione e ricostruzione saranno ammessi senza limitazioni; nella ricostruzione potrà essere realizzato un ulteriore piano in più oltre quelli già esistenti nell’edificio demolito.

Inoltre, i Comuni possono con opportuna motivazione disporre con deliberazione del Consiglio Comunale l’individuazione di ambiti territoriali nonché immobili ricadenti in aree sottoposte a vincolo paesaggistico ai sensi del P.P.T.R. nei quali consentire, secondo gli indirizzi e le direttive del P.P.T.R., gli interventi di ampliamento e demolizione-ricostruzione.

Ciò può avvenire purchè gli stessi siano realizzati alle condizioni previste dalla legge utilizzando le finiture materiali e tipi architettonici legati alle caratteristiche storico culturali e paesaggistiche dei luoghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400