Venerdì 22 Marzo 2019 | 01:42

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

Misterioso attentato

S. Michele, colpi di fucile
su mezzi di un autosalone

S. Michele, colpi di fucilesu mezzi di un autosalone

San Michele Salentino Un’autentica «pioggia di piombo» contro gli automezzi parcheggiati nella concessionaria.
È il mistero più fitto circa l’attentato messo a segno nella tarda serata di giovedì ai danni dell’autosalone Matarrese, specializzato nel commercio di automezzi pesanti e furgoni situato lungo la San Vito-Francavilla.
La scoperta dell’incursione all’interno dell’attività commerciale dell’imprenditore Francesco Matarrese sarebbe avvenuta intorno alle 23.
Uno scenario preoccupante quello presentatosi sotto gli occhi degli esercenti che si sono trovati di fronte un paio di veicoli «sforacchiati» all’altezza del parabrezza da una rosata di pallini partiti probabilmente da un fucile calibro 12.
Due i mezzi finiti nel mirino degli attentatori, si tratterebbe di un paio di furgoni colpiti proprio al centro del parabrezza da distanza ravvicinata.
Alla vista di quanto accaduto i proprietari dell’autosalone hanno immediatamente avvertito i carabinieri della locale stazione sporgendo denuncia.
Sul posto oltre ai militari contattati si sono recati anche gli uomini della compagnia di San Vito dei Normanni coordinati dal capitano Diego Ruocco.
Stretto il riserbo sulla vicenda che ha fatto scattare indagini serrate alla ricerca degli autori e del movente del gesto. Un atto intimidatorio di inaudita violenza contro un commerciante molto noto e stimato per non solo nella sua città.
I militari hanno svolto i rilievi del caso ed ora lavorano per ricostruire un difficile rompicapo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400