Martedì 20 Agosto 2019 | 09:17

NEWS DALLA SEZIONE

Atti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 
L’operazione della Gdf
Fasano, sequestrati libri per oltre 1 mln di euro: messi in vendita da casa editrice fallita

Fasano, sequestrati libri per 1,3 mln: messi in vendita da casa editrice Schena fallita

 
Il caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
L'evento
S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

 
Nel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
Nel Brindisino
Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

 
decenni di violenze
Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

 
L’operazione
Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

 
L'episodio
Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

 
Nel Brindisino
Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

 
Storia a lieto fine
Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariDopo Matera
James Bond sbarca a Gravina ed è polemica: area archeologica ceduta come set

James Bond sbarca a Gravina ed è polemica: area archeologica ceduta come set

 
TarantoLa protesta
Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

 
LecceMalendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
MateraDopo il rogo
Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

 
PotenzaIl caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
BatIl caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

Marco Dinota

Minacce candidato a Brindisi
Sanofi: azienda non informata

comune di Brindisi

BRINDISI - «In nessun momento l’azienda è stata informata di tali episodi relativi a minacce o aggressioni, sia all’interno sia all’esterno del sito produttivo». Lo riferisce in una nota l’azienda Sanofi Aventis in relazione ad un episodio denunciato ieri alla Digos da un dipendente, Marco Dinota, candidato consigliere comunale a Brindisi nella lista 'Viva Brindisì che sostiene l’aspirante sindaco Nicola Massari (supportato anche da Forza Italia e Fratelli d’Italia), il quale avrebbe subito il furto del portafogli e dei bigliettini elettorali, gettati nel cestino dell’ufficio, per poi ustionarsi le mani nel tentativo di riappropriarsene. Secondo quanto riferito nella denuncia, all’interno del cestino sarebbe stato versato liquido irritante. Lo stesso Dinota, tra l’altro, aveva riferito agli investigatori di aver subito in precedenza minacce.

«A seguito del sopralluogo con le forze dell’ordine - specifica Sanofi Aventis - non si è avuta alcuna evidenza di quanto riportato, sia dal punto di vista della dinamica sia da quello dei contenuti riferiti. L’azienda, a tutela sua e di tutti i colleghi dello stabilimento, auspica pertanto che si faccia piena chiarezza rispetto ai fatti riportati e resta a completa disposizione dell’attività della magistratura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie