Giovedì 21 Marzo 2019 | 13:04

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
LecceNel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
PotenzaRegionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 

Manda sms a firma «Isis» ma sbaglia numero Burla gli costa la denuncia

Manda sms a firma «Isis» ma sbaglia numero Burla gli costa la denuncia
BRINDISI - Voleva fare solo uno scherzo ad una persona amica, ma evidentemente ha sbagliato numero di telefono (quindi, destinatario), e soprattutto argomento di... gioco, e ora rischia di finire nei guai. Protagonista un uomo residente nella provincia di Brindisi che, nei giorni scorsi, ha utilizzato una delle applicazioni più in voga del momento - whatsapp - per inviare al cellulare di un amico un messaggio di morte a firma del temutissimo Isis, il gruppo terroristico islamico che da un anno e mezzo ha proclamato la nascita di un califfato nei territori caduti sotto il suo controllo e che, di recente, si è reso protagonista di una serie di attentati (l’ultimo dei quali a Parigi ha causato 129 morti) che hanno terrorizzato il mondo intero. Solo che, nel formare il numero, evidentemente ha sbagliato tasto e il messaggio è finito sul telefonino di una donna residente a Modena. Quest’ultima, non riconoscendo il mittente, si è allarmata e ha subito informato la polizia del luogo, la quale a sua volta ha immediatamente avviato le indagini, risalendo in pochissimo tempo all’autore.

Quando poi è stato contattato dai poliziotti, in cerca di un motivo che potesse spiegare il suo gesto, l’uomo ha subito capito di essere incorso in un grossolano errore e ha provato a spiegare agli agenti che si trattava di uno scherzo, magari di cattivo gusto, ma pur sempre con finalità di gioco e che non era affatto sua intenzione mettere in allarme e intimorire una persona che non conosceva affatto. Preso atto di quanto riferito dall’interlocutore al telefono, i poliziotti si sono preoccupati innanzitutto di tranquilizzare la donna destinataria del messaggio di morte, rassicurandola del fatto che si trattava solo di una burla. Non è dato sapere se la donna modenese, che peraltro aveva già formalizzato una denuncia-querela presso la procura, si accontenterà delle scuse o se deciderà comunque di andare avanti. L’unica cosa certa è che la vicenda, comunque andrà a finire, sarà servita come lezione al brindisino che, in futuro, di certo utilizzerà whatsapp... per tutt’altre finalità. [p. potì]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400