Sabato 18 Gennaio 2020 | 09:55

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 
Il video
Tap, Castoro Sei arriva a Brindisi: a breve la posa della sezione sottomarina del gasdotto

Brindisi, arriva la nave Castoro Sei: a breve la posa della sezione sottomarina per Tap

 
La rissa
Fasano, espulso da centro di accoglienza: migrante aggredisce direttrice e carabinieri

Fasano, espulso da centro di accoglienza: migrante aggredisce direttrice e carabinieri

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeMafia
Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

 
BariIl video
Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del «Travel Show» del The New York Times

Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del The New York Times

 
BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Sidigas Avellino batte Enel Brindisi per 83 a 81

Sidigas Avellino batte Enel Brindisi per 83 a 81
NAPOLI – Alla Sidigas Avellino non bastano 40' per aver ragione di una coriacea Enel Brindisi, capace di recuperare più volte uno svantaggio che in più occasioni ha raggiunto le 14 lunghezze. C'è voluto infatti un overtime, nel quale è stato fondamentale l’inizio degli irpini con la tripla di Nunnally, alla fine risultata decisiva.

Entrambe le formazioni erano prive di due uomini a testa, Green e Pini in casa Sidigas e Reynolds e Scott in casa Enel, assenze importanti, soprattutto nella cabina di regia delle due formazioni, con il gioco che ne ha risentito notevolmente.

Alla fine ha avuto la meglio la determinazione e la fame di punti della Sidigas, che si è vista raggiungere allo scadere dei tempi regolamentari da un tiro dell’ex Banks sulla sirena, con lo stesso giocatore che poi, a 2" dal termine dell’overtime ha sbagliato dalla lunetta i tiri del possibile nuovo aggancio. La partita ha visto la Sidigas sempre in vantaggio, e con gli ospiti sempre ad inseguire, ma mai domi.

Chiuso in vantaggio sul 19 a 13 il primo periodo, Avellino ha allungato all’inizio della seconda frazione (29/15 al 14'), si è confermata nel corso dei secondi 10' (40/26 al 18'), prima di subire il parziale rientro dell’Enel, che all’intervallo lungo deve recuperare solo 5 lunghezze. La tripla di Harris riduce il distacco ad un solo possesso, con la Sidigas pronta a scappare ancora sul 53 a 44 del 27', e con l’Enel ancora una volta capace di ricucire (53/51 al 29').

Leunen e Veikalas sono i protagonisti del parziale di 11 a 0 a cavallo di terzo e quarto periodo (64/51 al 33'), con il distacco che sale ancora al + 14 (68/54 al 36'). Partita finita? Nemmeno per sogno, perchè l’Enel ricomincia a macinare gioco e canestri, approfitta dei tanti falli a carico degli irpini, che non possono difendere con troppa energia, e che si fanno raggiungere dagli ospiti con il tiro di Banks sulla sirena dei tempi regolamentari (73/73).

La Sidigas non prede la testa, segna subito una tripla con Nunnally, ma poi Kadji porta avanti i suoi per la prima volta (78/79 al 44'). Nunnally e Buva ribaltano ancora una volta la situazione (82/79), Harris segna il – 1, Buva realizza un solo libero (83/81), e poi Banks Fallisce dalla lunetta la possibilità del nuovo pareggio. Dopo due beffe consecutive, la Sidigas può festeggiare il terzo successo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie