Lunedì 25 Marzo 2019 | 00:31

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Guidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
Tra Cellino S.Marco e S.pietro Vernotico
Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 persone gravi in ospedale

Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 feriti in ospedale

 
Fino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
A brindisi
In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

 
Nel Brindisino
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

«Latiano, bus e tir rischiano di far crollare le due chiese»

«Latiano, bus e tir rischiano di far crollare le due chiese»
LATIANO - «Da autobus e tir in centro danni alla stabilità della chiesa di Sant'Antonio». E l'associazione culturale «L’Isola che non c'è», sollecita la Sovrintendenza regionale ai Beni architettonici ad intervenire dopo la denuncia di due tecnici incaricati: «Il transito dei mezzi pesanti - avvertono - potrebbe ulteriormente peggiorare le già precarie condizioni di staticità della chiesa di Sant'Antonio».

Secondo una verifica, disposta dalla «Confraternita dei morti» ed eseguita dagli architetti Maria Formosi e Annalisa Rubino le lesioni documentate «riguarderebbero la navata sinistra della chiesa in coincidenza con il paramento murario che confina con via Colonnello Montanaro».

I due tecnici non escludono che tra le cause che hanno determinato questa situazione «ci sarebbe anche il transito degli autobus e dei camion che interessa quel tratto di strada in corrispondenza dell'"imbuto" tra le due chiese».

«Non sappiamo con certezza - dicono i due architetti - se il traffico è stata una delle cause del dissesto statico della struttura. Certamente, nelle attuali condizioni il traffico di mezzi pesanti può aggravare in maniera esponenziale la staticità stessa dell'immobile».

I due tecnici parlano addirittura di «ribaltamento della facciata verso la strada».

«Per questa ragione - dice il presidente dell’Associazione prof. Tiziano Fattizzo - sarebbe opportuno effettuare una immediata verifica anche da parte degli Uffici tecnici del Comune».

Intanto l'associazione, insieme ai due tecnici incaricati chiederanno alla Soprintendenza per i Beni culturali di Taranto «di eseguire un sopralluogo dell'immobile così da sollecitare gli organi preposti ad una qualche soluzione (deviare il traffico?) che eviti l''aggravarsi della situazione in attesa di un intervento generale di consolidamento».

«Nelle prossime settimane - secondo quanto hanno spiegato i tecnici - sarà necessario decidere il tipo di intervento di consolidamento da adottare: se fare ricorso ad un sistema di "tiraggio", attraverso il ricorso a cavi di acciaio; oppure ricorrere ad un intervento più radicale, e dunque più invasivo e costoso che potrebbe interessare le fondamenta della struttura».

«Comunque - fa osservare Formosi - il traffico pesante resta sempre un fattore deleterio nella conservazione degli edifici storici che non sono stati pensati e costruiti per sostenere tali sollecitazioni».

A questo punto la domanda è: quale decisione prenderà il Comune (più volte sollecitato a risolvere questo problema del traffico su quella strada, anche con una petizione) se questa denuncia dovesse essere confermata da ulteriori verifiche?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400