Lunedì 27 Gennaio 2020 | 17:22

NEWS DALLA SEZIONE

Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
FoggiaIl caso
Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

Ostuni, migliaia di alberi nelle zone degradate

Ostuni, migliaia di alberi nelle zone degradate
OSTUNI - Per riqualificare piccole aree degradate attraverso la rinaturalizzazione delle stesse, il parco delle Dune Costiere e l’Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali (ARIF), hanno avviato una iniziativa che mira alla tutela della biodiversità e del paesaggio storico culturale degli oltre mille ettari del parco regionale. Nell’ambito dell’iniziativa: “Mille ginepri per recuperare bellezza e natura”, è stata presentata presso l’ex cava di Pezza Caldara, nella zona marina del Pilone di Ostuni, la proposta della messa a dimora di piante autoctone provenienti dal vivaio regionale della Forestale “Restinco” di Brindisi. Ginepri, lecci, corbezzoli e mirti, in pochi anni potranno restituire un panorama di assoluta bellezza, sostituendo – soprattutto sul litorale – palme, yucche, tamerici, falsi pepe e tante altre specie esotiche estranee alla storia e alla natura dei luoghi.

Seimila piantine forestali certificate, provenienti dal vivaiodell’ARIF, saranno distribuite in maniera gratuita (previo compilazione di un apposito modulo) a residenti, operatori agricoli e turistici dell’area per riqualificare aree degradate e recuperare la bellezza della macchia mediterranea. Alla presenza di alcune classi dell’istituto tecnico agrario “Pantanelli” di Ostuni che hanno svolto, all’interno della ex cava di Pezza Caldara, una serie di attività didattico-esercitative, sono intervenuti: il presidente del parco, On. Enzo Lavarra; il direttore dell’Ente Parco, dott. Gianfranco Ciola e il responsabile della sede di Brindisi dell’ARIF, Antonio Del Prete.

"Quello che stiamo per portare a compimento è un piccolo ma significativo intervento – ha spiegato il responsabile Arif, Del Prete - Noi forniremo 5.400 piante di specie autoctone che saranno poi distribuite gratuitamente. Si tratta di un’ini - ziativa che deve servire da esempio per molte altre realtà della Puglia” mentre il presidente del parco, Enzo Lavarra ha detto: “Quella con l’Arif è una collaborazione molto feconda e importante che proporremo come modello sistemico da attuare agli altri parchi di Puglia. Questo esperimento pilota contribuirà a valorizzare ulteriormente il territorio del Parco andando anche oltre il suo perimetro. Piantare piante tipiche del nostro territorio contribuisce ad arricchire la bellezza del territorio stesso ed il Parco deve agire come leva per diffondere la consapevolezza di questi valori”. Le essenze disponibili sono: carrubo, corbezzolo, fillirea, ginepro, ginestra, leccio, lentischio, mirto, rosmarino e sughera e per ottenere gratuitamente le piantine bisognerà presentare on-line una richiesta (scaricabile dal sito del parco www.parcodunecostiere.org), dopo di che avverrà l’assegnazione e la consegna. Si tratta di specie che restituiranno un panorama di assoluta bellezza, sostituendo – soprattutto sul litorale le piante di palme, yucche, tamerici, falsi pepe e tanti altri alberi esotici estranei alla storia e alla natura dei luoghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie