Martedì 28 Gennaio 2020 | 02:48

NEWS DALLA SEZIONE

Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
Potenzaregione basilicata
Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

 
FoggiaL'intervento
San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

 
HomeIl giallo
Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio

Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio (FOTO)

 
TarantoIl caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 

i più letti

La corteggia, poi tenta di violentarla: denunciato Fasano autista di bus

La corteggia, poi tenta di violentarla: denunciato Fasano autista di bus
FASANO - L’ha “corteggiata” non facendole obliterare il biglietto ogni volta che saliva sul bus di linea che lui guidava. Con una scusa – “Così ti mando la foto che ci siamo fatti” – è riuscito a farsi dare il suo numero di cellulare. Le ha telefonato un’infinità di volte. L’ha sommersa di sms e messaggi Whatsapp. Dopo tante insistenze, l’ha convinta ad uscire insieme, di sera, per andare a cena e, mentre la riaccompagnava a casa, l’ha violentata. O, per essere più corretti, ha tentato di violentarla: la reazione dell’adolescente ha impedito all’autista di bus di completare l’“opera”.

La ragazza ha appena 16 anni, l’autore della presunta violenza ha 43 anni, è separato dalla moglie ed è padre di un bambino in tenera età. Il fatto è successo nei giorni scorsi. Dopo la denuncia della ragazza la magistratura barese – la vittima della presunta violenza è fasanese, il fatto è avvenuto in una zona di campagna tra Monopoli e Fasano, in territorio di Bari – ha aperto un’inchiesta. Il magistrato inquirente ha dato disposizione alle forze dell’ordine di raccogliere la denuncia della ragazzina in presenza di una psicologa.Per vincere la naturale diffidenza di quella ragazza appena adolescente a dare confidenza ad un uomo molto – ma davvero molto – più grande di lei, l’autista di bus ha detto alla ragazza che aveva 34 anni.

Per un lungo periodo, ogni volta che la ragazza saliva sul pullman di cui lui era il conducente l’uomo sistematicamente le evitava di obliterare il biglietto. Giorno dopo giorno l’autista e la ragazzina sono diventati amici. Ad un certo punto si sono fatti un selfie e l’uomo, con la scusa di poterle inviare la foto, è riuscito a farsi avere dalla ragazzina il suo numero di cellulare. Per convincere la 16enne ad accettare un invito a mangiare una pizza l’uomo avrebbe usato, stando a quanto ha denunciato la vittima, un alibi di ferro: “Non hai nulla da temere: mio figlio viene con noi”. E così è stato: quando l’autista di bus si è presentato all’appuntamento il piccolino c’era.

La serata è filata liscia. Sulla via del ritorno a casa dopo la cena, un pneumatico della macchina del 43enne si è forato. A quel punto, sempre stando alla denuncia della ragazzina, l’uomo avrebbe riportato a casa il bimbo e a seguire ha chiesto in prestito la macchina ad un amico per riaccompagnare a casa la 16enne. Il tentativo di violenza è avvenuto sul tragitto verso l’abitazione della ragazza. Quando – erano passate le 3 della notte – l’adolescente è tornata a casa era visibilmente sconvolta. Solo il mattino successivo ha trovato il coraggio di raccontare la disavventura che le era capitata alla madre, che l’ha poi accompagnata a sporgere denuncia. Il pm di turno in Procura a Bari, immediatamente informato di quello che era successo dalle forze dell’ordine, ha voluto che la ragazzina avesse accanto a sè negli uffici di polizia una psicologa. A seguire il pm ha ordinato agli investigatori di compiere una serie di accertamenti tecnici e di acquisire i necessari riscontri alle circostanze riferite dalla ragazza in sede di denuncia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie