Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 18:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
AnalisiL'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
LecceNel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

L'Arpa: «I 44 morti a Cerano? Frutto di astrazioni teoriche» Lo studio del Cnr

L'Arpa: «I 44 morti a Cerano? Frutto di astrazioni teoriche» Lo studio del Cnr
BARI – La cifra di 44 morti l’anno calcolati dal Cnr a causa delle emissioni della centrale Enel di Cerano a Brindisi è un dato frutto di "astrazioni teoriche", l’impatto della centrale sull' inquinamento è minimo. Lo ha detto il direttore dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, ai microfoni di Radionorba confermando, inoltre – riferisce una nota – che l'Agenzia regionale per l’ambiente ha "espresso il parere contrario al rilascio del marchio di qualità ambientale Emas all’impianto di Cerano, perchè la centrale è oggetto di almeno due inchieste giudiziarie in corso e l’Arpa ha l’obbligo di dichiarare il pieno rispetto della legalità ambientale".

"Per questo – ha detto – abbiamo annullato una precedente dichiarazione che conteneva una affermazione non corrispondente al vero".

"Quelle del Cnr – dice Assennato – sono astrazioni teoriche, non sono morti vere, osservate". "A Torchiarolo – aggiunge - registriamo livelli di particolato (polveri sottili) in gran parte emesso dalla combustione di legna nelle abitazioni private o in campagna: secondo i nostri dati solo il 10 per cento dell’inquinamento totale dipende dalla centrale Enel, mentre secondo il Cnr dalla centrale Enel il livello di Pm 2.5 emesso, nel punto di massima ricaduta, al massimo raggiunge il valore di 0,38 microgrammi per metro cubo, soprattutto d’inverno".

"Noi - continua Assennato – riscontriamo in totale 20/25 microgrammi per metro cubo di Pm2.5, quindi l’impatto dell’Enel è molto modesto, e su questo concordiamo, nonostante noi abbiamo stime maggiori rispetto al Cnr, poi il Tar ha bloccato il piano di risanamento di Torchiarolo lasciando gli abitanti esposti a un livello di inquinamento molto alto".

"In base a questi parametri, e consideriamo che in pianura Padana i valori del Pm10 sono 50 e non 20/25 come a Torchiarolo - ha detto ancora – il Cnr calcola l’impatto sanitario, ma non sono morti vere, osservate, ma astrazioni teoriche basate sulle conoscenze scientifiche, che servono a dire: siccome su questi livelli c'è un effetto sanitario bisogna ridurre le emissioni, ma non sono dati epidemiologici, sono delle stime".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400