Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 18:19

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
AnalisiL'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
LecceNel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

Storia di una cavalla destinata alla macellazione ora «insegna» ippoterapia

Storia di una cavalla destinata alla macellazione ora «insegna» ippoterapia
SAN PIETRO VERNOTICO - Si chiama “Miss Doc Olena”, è una cavalla di cinque anni e qualche giorno fa stava per finire sul bancone di una macelleria, poi per una serie di combinazioni fortuite è stata risparmiata al suo triste destino e ora, grazie all’interessamento del neo assessore ai Servizi Sociali Francesco Civino, sarà al centro di un progetto di ippoterapia per ragazzi diversamente abili sampietrani. Una storia veramente commovente che si è verificata qualche giorno addietro all’interno del centro ippico ranch Iacobazzi di San Pietro di Gregorio Iacobazzi, dove, avevano portata una cavalla per essere destinata al macello per fini alimentari. Prima che venisse abbattuta la sua sorte è completamente cambiata.

«Purtroppo per problemi che non spiego ho dovuto prendere la decisione di sopprimerla – racconta il titolare del centro ippico, proprietario anche di una nota macelleria del posto – il giorno del trasferimento al mattatoio, però, la cavalla si è comportata in modo strano, sembrava avesse capito che per lei si stava avvicinando la fine, ho fatto una grossa fatica a portarla al macello, non collaborava e non mi ascoltava. Una volta lì era irrequieta. Quando è stata sottoposta a visita medica, pochi minuti prima dell’uccisione, il veterinario di turno non ha trovato il microchip, lo aveva, ne ero certo, ma non è stato rilevato. Così ho dovuto portarla indietro».

Successivamente è stata controllata da un altro veterinario fornito dello strumento per rilevare i microchip e il dispositivo è stato trovato. Qualcuno si è rivolto all’assessore ai servizi sociali dott. Francesco Civino, che non si è fatto per niente sfuggire l’occasione di dare una possibilità di vita diversa all’animale «ha proposto a Iacobazzi di prendere “in affitto” la cavalla e di usarla per un corso di ippoterapia, un progetto che era stato al vaglio della vecchia amministrazione ma mai andato in porto».
L'ippoterapia, o equitazione a scopo terapeutico, ha origine empiriche antiche perché il cavallo, con le sue straordinarie doti di sensibilità, di adattamento, di intelligenza è ritenuto, da sempre, e non a torto, “straordinaria medicina”. L’uso dell’equitazione a scopo terapeutico ha avuto inizio già nell’opera di Ippocrate che consigliava lunghe cavalcate per combattere l’ansia e l'insonnia. Si tratta di un insieme di tecniche mediche che utilizzano il cavallo per migliorare lo stato di salute di un soggetto umano.

«In passato - rimarca l’assessore Francesco Civino -, ho chiesto più volte alle amministrazioni di avviare un progetto di questo tipo, ho visto con i miei occhi miglioramenti incredibili in bambini diversamente abili che sono stati avvicinati ai cavalli, penso che sia un’opportunità da non lasciarsi scappare». L’assessore Civino in pochi giorni ha contattato il gruppo Unitalsi di San Pietro Vernotico: «È quasi tutto pronto: le due responsabili dell’Unitalsi Giuseppina Scala e Luigina Galati hanno accolto con piacere l’iniziativa e sono pronte a organizzare nel dettaglio l’intero progetto. Il Comune provvederà alle spese di mantenimento dell’animale». [Giuseppe De Marco]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400