Lunedì 27 Gennaio 2020 | 15:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDopo una lite
Taranto, prende a testate un ragazzo per strada: denunciato

Taranto, prende a testate un ragazzo per strada: denunciato

 
BariL'operazione
Bari, trafficante di droga ingerisce 54 ovuli di eroina: arrestato dalla Gdf

Bari, trafficante di droga ingerisce 54 ovuli di eroina: arrestato dalla Gdf

 
FoggiaIl caso
Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

Omicidio boss Raduano, chieste due condanne a 18 anni per agguato a Vieste

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

Mesagne, sabotava stampante della collega condannato un 67enne

Mesagne, sabotava stampante della collega condannato un 67enne
di Piero Argentiero

MESAGNE - Aveva preso di mira la stampante della collega che puntualmente se la trovava piena di acqua. In un’occasione l’acqua provocò un corto circuito che bloccò l’attività dell’intero ufficio. Un danno denunciato alla Digos dall’Amministrazione provinciale dalla quale dipende l’Ufficio del lavoro di Mesagne nel quale avvenivano i sabotaggi. O meglio lo stalking. Perché alla fine di questo si è trattato: della persecuzione sistematica di una impiegata da parte di un collega. Ieri l’uomo è stato condannato pesantemente. Si tratta di Pasquale Guerriero, 67 anni, di Torre Santa Susanna,difeso dall’avvocato Cosimo Lodeserto.Il giudice Genantonio Chiarelli lo ha condannato a quattordici mesi di reclusione senza sospensione della pena. Vale a dire, quando la sentenza diverrà definitiva, se la pena resterà invariata, dovrà scontarli. Inoltre l’uomo dovrà risarcire il danno alla parte offesa (Filomena Coppola, assistita dall’avvocato Gianvito Lillo) e dovrà pagare le spese di costituzione della parte civile. Il pubblico ministero di udienza (un giudice onorario) aveva chiesto la condanna a sei mesi.

Una discussione durata quattro ore, seguita da due ore di camera di Consiglio e poi la sentenza di condanna senza sospensione della pena.

L’uomo aveva attuato una vera e propria persecuzione nei confronti della collega, entrambi dipendenti dell’Ufficio del lavoro provinciale, distaccati nella sede di Mesagne. Non solo la stampante, ma anche altre vessazioni. Come il danneggiamento delle foto dei due figli della dipendente dell’Ufficio del lavoro. Lei le appendeva al muro del suo box e una mano ignota le imbrattava con i pennarelli. Una persecuzione durata due anni, che aveva portato l’impiegata a rivolgersi ad un Centro di igiene mentale perché lo stress subìto sul posto di lavoro le aveva procurato dei forti disturbi. E per mesi è stata in cura.

Alla fine il persecutore dell’impiagata viene scoperto. E’ il collega Pasquale Guerriero. Il pubblico ministero Pierpaolo Montinaro lo iscrive nel registro degli indagati per avere «molestato e minacciato Filomena Coppola» e per avere «reso inservibile la stampante in dotazione della stessa, di proprietà della Provincia», e la giudice per le indagini preliminari Paola Liaci gli impone di stare ad almeno trecento metri di distanza dalla donna, sia fuori sia dentro l’ufficio. Per cui viene trasferito in altra sede.

I poliziotti della Digos lo identificano attraverso i filmati registrati dalla telecamera piazzata nell’ufficio dell’impiegata con autorizzazione della giudice Liaci, su richiesta del pubblico ministero Montinaro, titolare dell’inchiesta aperta a seguito della denuncia presentata dalla dirigente del Mercato del lavoro della Provincia. Dai filmati si nota l’uomo mentre mette in atto la persecuzione nei confronti della collega.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie