Venerdì 22 Marzo 2019 | 09:45

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraUn 59enne
Matera, minaccia moglie con un coltello davanti a figlia minorenne: in cella

Matera, minaccia moglie con un coltello davanti a figlia minorenne: in cella

 
FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

Brindisi, si barrica armato in uffici autorità portuale

BRINDISI - Un imprenditore (nella foto) si è presentato armato con due pistole nella sede dell’Autorità portuale e sotto la minaccia di una delle due armi, puntate prima contro due dipendenti dell’Ente e poi contro il presidente Hiraklis Haralambidis, sequestra quest’ultimo e il segretario generale Salvatore Giuffrè nell’ufficio dell’Authority
Brindisi, si barrica armato in uffici autorità portuale
BRINDISI - Si presenta armato con due pistole nella sede dell’Autorità portuale e sotto la minaccia di una delle due armi, puntate prima contro due dipendenti dell’Ente e poi contro il presidente Hiraklis Haralambidis, sequestra quest’ultimo e il segretario generale Salvatore Giuffrè nell’ufficio dell’Authority. Tre quarti d’ora di puro terrore ieri mattina nella sede dell’Autorità portuale di Brindisi. È qui che il noto imprenditore Pasquale Giurgola, 63 anni, in preda ad una serie di problemi connessi alle sue attività in ambito portuale, si è reso protagonista di un assurdo gesto che, fortunatamente, si è concluso dopo lunghi minuti di tensione senza ledere l’incolumità di nessuna delle persone coinvolte nella drammatica vicenda.

Momenti di autentica paura si sono vissuti negli uffici dell’Ente fino all’intervento risolutivo messo in atto congiuntamente da carabinieri, agenti della Digos, del personale della Sezione Volanti e della Polizia di frontiera che hanno circondato ed isolato l’edificio. I dipendenti sono stati trasferiti dalle forze dell’ordine in una ala dello stabile per garantirne la sicurezza. Al termine di una delicata opera di mediazione gli agenti della Polmare - guidati dal vice questore aggiunto Salvatore De Paolis, titolare delle indagini - sono riusciti a farsi consegnare le armi approfittando di un momento di esitazione dell’imprenditore che è apparso molto provato.

Subito dopo Giurgola ha accusato un malore ed è stato soccorso e portato con un’ambulanza del 118 in ospedale. Da quanto accertato in seguito, l’imprenditore era armato di due pistole: una automatica calibro 38 e un revolver calibro 38 special, entrambe cariche regolarmente detenute. L'imprenditore, - tra l’altro proprietario dell’«Hotel Nettuno» che si affaccia proprio sul porto di Brindisi e titolare di una ditta portuale, la Bis - è stato condotto in ospedale per accertamenti dopo aver accusato un malore, scortato dalla polizia. Ricoverato nel reparto di psichiatria è stato arrestato ed è piantonato dagli agenti su disposizione del pubblico ministero Raffaele Casto. Il magistrato - dopo aver proceduto all’ascolto delle persone coinvolte, tra cui lo stesso presidente dell’Autorità portuale e il segretario generale - ha disposto l’arresto per l’imprenditore per sequestro di persona, minacce e porto abusivo d’armi.

Secondo una prima ricostruzione, Giurgola avrebbe dato in escandescenze per ragioni riconducibili agli affari delle sue aziende e in particolare per un appalto di recente revocato per cui aveva fatto grossi investimenti. Pare che da alcuni giorni Giurgola manifestasse un forte disagio in seguito alla revoca alla sua azienda, la Bis Srl, delle attività di imbarco e sbarco trailer da parte dell'armatore Grimaldi. Giurgola aveva acquistato, per svolgere questo lavoro, due nuove trattrici del costo di mezzo milione di euro. A questo problema si sarebbero aggiunti - da quanto rilevato dagli investigatori - una serie di contenziosi in atto con l’Authority e la sensazione di sentirsi tendenzialmente pregiudicato nelle sue attività di cui temeva un ridimensionamento

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400