Lunedì 27 Gennaio 2020 | 11:30

NEWS DALLA SEZIONE

Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 
Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLotta alla droga
Bitonto, gettano dal balcone 3 etti di cocaina: 4 arresti

Bitonto, gettano dal balcone 3 etti di cocaina: 4 arresti

 
FoggiaL'operazione dei cc
Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
MateraIl caso
A Policoro 5 colpi di pistola contro studio di un notaio

A Policoro 5 colpi di pistola contro studio di un notaio

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
TarantoLa perquisizione dei cc
Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

 
BrindisiShoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

In tour per Latiano nelle discariche d’amianto

LATIANO - Pneumatici abbandonati, sacchetti di spazzatura, materiali di risulta provenienti da cantieri edili abusivi. E’ questa l’immagine abituale con cui bisogna convivere passeggiando per le contrade alla periferia del paese. Insieme agli ulivi secolari e ai muretti a secco che fanno da cornice al nostro paesaggio da cartolina, da tempo purtroppo bisogna fare i conti con i cumuli di immondizia
In tour per Latiano nelle discariche d’amianto
LATIANO - Pneumatici abbandonati, sacchetti di spazzatura, materiali di risulta provenienti da cantieri edili abusivi. E’ questa l’immagine abituale con cui bisogna convivere passeggiando per le contrade alla periferia del paese. Insieme agli ulivi secolari e ai muretti a secco che fanno da cornice al nostro paesaggio da cartolina, da tempo purtroppo bisogna fare i conti con i cumuli di immondizia che deturpano uno «dei territori più belli del mondo». Siti con cumuli di immondizia e rifiuti anche pericolosi (eternit e contenitori d’amianto) che aumentano di volume con il passare del tempo.

Come quelli abbandonati da chissà quanto lungo il corso del Canale Reale (nei pressi della zona artigianale). La situazione (da un punto di vista ambientale) diventa più seria, se in questo «tour dell’orrore» si dovesse decidere di imboccare la strada provinciale che collega Latiano con San Michele, dove si trovano due bellissime masserie (come indicano anche i segnali turistici di colore marrone). Bene quì, su indicazione di alcuni cittadini ci siamo trovati davanti una discarica interrata colma di ogni tipo di rifiuti. Una vera e propria «vora» (una voragine naturale) che, secondo quanto si racconta, sarebbe stata colmata in questi anni con rifiuti di ogni genere. Quello che si mostra al visitatore sarebbe dunque solo una parte della voragine. Per scoprire se il terreno intorno a questa enorme buca (profonda qualche metro) nasconde rifiuti «tombati» sarebbe necessario fare delle indagini più approfondite.

Nella attesa delle analisi del terreno bisognerebbe rimuovere almeno il materiale presente e verificare se quella «frattura» nel terreno alimenta una falda. Secondo alcune testimonianze, fino a qualche anno fa in quella buca (oggi colma di rifiuti) sversava presumibilmente una condotta forse proveniente da un pozzo artesiano poco distante. Un tubo dal quale fuoriusciva acqua 24 ore al giorno per sette giorni alla settimana, completamente risucchiata dal terreno (per finire chissà in quale falda e dunque in quale pozzi). Poi, dopo la denuncia di un cittadino e l’intervento delle autorità, quel tubo venne staccato.
Il nostro testimone racconta che dopo la sua denuncia anonima furono anche installati due segnali di divieto «di abbandono di rifiuti», oggi completamente arrugginiti. A distanza di anni quell’area non è stata mai bonificata. Nè sarebbero stati eseguiti delle indagini per verificare se nel terreno antistante la «vora» insistono rifiuti interrati.

Oltre questo sito (dall’altra parte della strada provinciale) una bellissima masseria abbandonata. All’ingresso una montagna di rifiuti (compreso amianto) che distrae il «turista». Di fronte una antica costruzione dell’Aqp. Forse una riserva idrica in disuso. Un tour che forse sarebbe il caso di proporre (prima di inserire il nostro bellissimo territorio da cartolina nei depliant da vendere all’estero) anche alla Polizia Urbana e alla Forestale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie