Domenica 21 Ottobre 2018 | 21:41

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia: ronde razziste
Brindisi, raid xenofobo con mazzeferiti due migranti, uno è graveSventata altra aggressione

Brindisi, raid con mazze: feriti 2 migranti. 15enne: io...

 
In pieno giorno
Palpeggiano una 15enne, ricercati 3 extracomunitari

Palpeggiano una 15enne, ricercati 3 extracomunitari

 
Sanità
Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

 
Razzia in via Bastioni
Brindisi, immigrato distrugge vetriauto in sosta in centro: arrestato

Brindisi, immigrato distrugge vetri auto in sosta in ce...

 
Sei denuciati
Latiani, maxi rissa tra 6 giovani:uno ruba il portafogli a un rivale

Latiano, maxi rissa tra 6 giovani: uno ruba il portafog...

 
A Francavilla Fontana
Rapina un bar, minaccia la barista con un sasso e lo lancia sulla vetrina: arrestato

Rapina un bar, minaccia la barista con un sasso e lo la...

 
Ai ferri corti
Brindisi, il sindaco Rossi diffida Versalis e minaccia il fermo dell’impianto

Brindisi, sindaco diffida Versalis e minaccia fermo del...

 
Per una settimana
San Vincenzo De' Paoli, reliquia arriva a Ostuni

San Vincenzo De' Paoli, reliquia arriva a Ostuni

 
Nel Brindisino
Non rispettano l'alt dei cc, inseguimento finisce con 3 tamponamenti: arrestati 2 nomadi serbi

Non rispettano l'alt dei cc, ma tamponano 3 auto: arres...

 
Turismo
Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

 
Nel rione Sant'Elia
Brindisi, incendia l’auto del vicino di casa ma un video lo inchioda: arrestato

Incendia l’auto del vicino, inchiodato da un video

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Brindisi, fanghi ex «Belleli» nei campi: 10 sotto processo

BRINDISI – Con l’accusa di aver smaltito in uliveti del Brindisino fanghi di dragaggio provenienti dalla dismissione dell’area ex Belleli del porto di Taranto, il pm del tribunale di Brindisi Giuseppe De Nozza ha citato in giudizio dieci persone fisiche e tre persone giuridiche accusate di reati ambientali.
Brindisi, fanghi ex «Belleli» nei campi: 10 sotto processo
BRINDISI – Con l’accusa di aver smaltito in uliveti del Brindisino fanghi di dragaggio provenienti dalla dismissione dell’area ex Belleli del porto di Taranto, il pm del tribunale di Brindisi Giuseppe De Nozza ha citato in giudizio dieci persone fisiche e tre persone giuridiche accusate di reati ambientali.

Secondo le indagini del Noe di Lecce, vi sarebbero state ditte, due del Brindisino e una del Tarantino, incaricate di gestire lo smaltimento dei fanghi di dragaggio i cui responsabili, incaricati del trasporto degli stessi, avrebbero invece realizzato attività di gestione di discariche non autorizzate, di falsità in scrittura privata e trasporto illecito di rifiuti speciali pericolosi. Alle società è contestata l’omessa adozione di misure organizzative idonee a evitare le irregolarità contestate.

Le indagini portarono nella primavera 2013, in due diversi interventi dei carabinieri, al sequestro di tre terreni: uno a Mesagne (di 15.000 metri quadrati), e altri due (di circa 20mila metri quadrati) nelle campagne tra San Vito dei Normanni e Brindisi, destinati a ospitare uliveti e vigneti in campi in cui fu rilevata la presenza nel sottosuolo di fanghi. In un caso, secondo quanto ipotizzato, alcuni trasportatori avrebbero anche raggirato il conduttore di una azienda agricola e proprietario di un terreno, convincendolo che i fanghi avrebbero potuto essere utili per concimare i terreni.

Le parti offese indicate sono il ministero dell’Ambiente, i Comuni di Mesagne e Brindisi e l’associazione Italia Nostra sezione Salento Ovest. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400