Martedì 19 Marzo 2019 | 04:57

NEWS DALLA SEZIONE

In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 
Champions League
CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

 
Nel Brindisino
Si addormenta sul bus ubriaco e rifiuta di scendere, nigeriano arrestato a Ceglie Messapica

Si addormenta sul bus ubriaco e rifiuta di scendere, nigeriano arrestato a Ceglie Messapica

 
Nel brindisino
La fortuna bacia Ceglie Messapica: vinti 2,5 mln di euro al 10 e Lotto

La fortuna bacia Ceglie Messapica: vinti 2,5 mln di euro al 10 e Lotto

 
La protesta
Francavilla, via dall'ospedale i distributori di snack abusivi

Francavilla, via dall'ospedale i distributori di snack abusivi

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Calendari tra storia e tradizioni a Francavilla

di LORENZO RUGGIERO
Una meticolosa ricerca storica compiuta con costante e proficuo lavoro per dare un contributo importante alla conoscenza e alla diffusione del ricco patrimonio storico, sociale e culturale di Francavilla Fontana. Si può sintetizzare con queste parole l’edizione 2015 del «Calandàriu Franchiddèsi».
Calendari tra storia e tradizioni a Francavilla
di LORENZO RUGGIERO

Una meticolosa ricerca storica compiuta con costante e proficuo lavoro per dare un contributo importante alla conoscenza e alla diffusione del ricco patrimonio storico, sociale e culturale di Francavilla Fontana. Si può sintetizzare con queste parole l’edizione 2015 del «Calandàriu Franchiddèsi». Quest’anno la pubblicazione tratta di canti popolari, detti e proverbi: una preziosa raccolta di notizie, che, diversamente, sarebbero rimaste nascoste e ignorate dalle generazioni di oggi e di domani. Il lavoro storiografico di Giuseppe Cafueri gode del patrocinio del Comune di Francavilla Fontana, del Centro Culturale Francavillese «Rosa Tardio» e dell’Avis.
L’opera è stata presentata venerdì 19 dicembre scorso, alle ore 19.30, nelle sala conferenze del Centro Culturale Francavillese «Rosa Tardio», relatore il preside Enzo Garganese. Hanno allietato la serata i musicisti Gianluca Demilito e Chiara Tafuri, mentre a condurla è stata Michela Lonoce. Quello che l’Autore propone è un vero e proprio patrimonio culturale e storico al quale ha dato organicità e visibilità per una conoscenza più approfondita dei canti popolari musicati e parlati della Città. In particolare, sono stati musicati 12 canti dai maestri Antonio Curto, Dario Dicoste e Franco Zecchino.

Caratterizzato, come sempre, da bellissime foto, il «Calandàriu », mese dopo mese, tratteggia le immagini di tutti coloro che hanno cantato e declamato canti, detti e proverbi. Sin dalla prime pagine, Cafueri attrae il lettore con una serie di notizie su aspetti culturali che hanno contraddistinto Francavilla Fontana e permette di scoprire tutto un mondo reale che palpita e rivive, alimentato dalla passione per la sua Città. Ecco, per esempio, alcune parole di un detto: «apponta allu pizzulu se firmatu na mennula amara, tinn’abbien - chi cu manni rufiani piccé cu me tu non ci parli».
Un tempo, pur di riuscire a mangiare, i ragazzi delle famiglie povere andavano a lavorare nelle masserie. Al ritorno a casa, però, erano vittime di ingiurie del vicinato: «iu so figghiu Ntonio - Maria, so vagnoni ti massaria, mi n’ha ghiu sciutu a cumminanza cu mi enchiu la povera panza. Ti qua nanzi e di vicinu tutti mi chiamunu Ntonio-Maria lu vagnoni ti massaria».
Quando la playstation e la Xbox non c’erano ancora i bambini giocavano in maniera più semplice, per esempio, contando e, allo stesso tempo, cantando: «una, toi e tre, ci è chiu fessa ti tutti e tre? E’ chiu fessa lu ualanu, chuddu ci porta la rota a manu» .

Il «Calandàriu» è uno straordinario veicolo di notizie storiche e proprio per questo dovrebbe essere diffuso in tutti gli Istituti scolastici cittadini. L’impegno generoso di Giuseppe Cafueri, nel ridare vita a momenti della memoria cittadina, è da apprezzare molto, perché riesce a coniugare lo studio dei documenti d’archivio con la partecipazione entusiastica di tantissime famiglie coinvolte nel fornire notizie e recuperare fotografie ingiallite dal tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400