Giovedì 06 Agosto 2020 | 23:27

NEWS DALLA SEZIONE

I DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 
IL DRAMMA
Odissea di un papà: da cinque anni non vede il piccolo

Brindisi, l'odissea di un papà: da cinque anni non vede il suo piccolo

 
LA TRAGEDIA
Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

 
AMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 
nel Brindisino
Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

 
VANDALISMO
Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

 
L'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: 52enne lotta tra la vita e la morte, arrestata moglie

 
l'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 
la visita
Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

 
ll fatto
San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

 
Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

 
BatI fondi
Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

 
Bari15° anniversario
Bari, Disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

Bari, disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
LecceLa storia
Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

 
PotenzaLA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
FoggiaLA PROTESTA
Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

 
BrindisiI DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 

i più letti

Latiano, cittadini contro traffico caos. Polizia Urbana scrive all'Arpa

LATIANO - Via all’indagine sul traffico- caos. La petizione dei cittadini per monitorare i livelli di inquinamento atmosferico da traffico veicolare lungo via Oria/Francavilla-Mesagne, ha avuto successo. Ieri, il comandante della polizia Urbana Vitamaria Pepe ha chiesto ufficialmente al direttore scientifico dell’Arpa Puglia, prof. Giorgio Assennato l’installazione di una centralina di monitoraggio della qualità dell’aria. L’impianto, verrà installato gratuitamente dall’Azienda regionale, mentre toccherebbe al Comune accollarsi i costi di funzionamento (cioè il semplice allaccio alla rete elettrica)
Latiano, cittadini contro traffico caos. Polizia Urbana scrive all'Arpa
LATIANO - Via all’indagine sul traffico- caos. La petizione dei cittadini per monitorare i livelli di inquinamento atmosferico da traffico veicolare lungo via Oria/Francavilla-Mesagne, ha avuto successo. Ieri, il comandante della polizia Urbana Vitamaria Pepe ha chiesto ufficialmente al direttore scientifico dell’Arpa Puglia, prof. Giorgio Assennato l’installazione di una centralina di monitoraggio della qualità dell’aria.

L’impianto, aveva spiegato il direttore dell’Arpa, verrebbe installato gratuitamente dall’Azienda regionale, mentre toccherebbe al Comune accollarsi i costi di funzionamento (cioè il semplice allaccio alla rete elettrica).

La raccolta di firme organizzata dall’Associazione «L’Isola che non c’è» e consegnata nei giorni scorsi al sindaco ha ottenuto dunque questo primo importante risultato.

L’obiettivo è quello di tenere sotto osservazione il traffico veicolare lungo la strada che collega via Oria-Francavilla con via Mesagne.

Una arteria lungo la quale insistono una scuola elementare, un centro per anziani e decine di attività commerciali (la maggior parte delle quali bar-caffetterie), compresa una banca, due chiese (qui con un restringimento della carreggiata inferiore ai 4metri e 50); e poi panifici, fruttivendoli, macellerie, venditori ambulanti, un distributore di carburante.

La strada più trafficata in assoluto del paese, attraversata ogni giorno non solo dalle auto degli abitanti, ma anche dai forestieri provenienti da Oria che devono raggiungere Brindisi o Torre Santa Susanna (e viceversa).

A questo si aggiunge il traffico (in questo periodo deviato per lavori) dei mezzi pesanti, compresi i tir «da» e «per» Torre Santa Susanna, Mesagne, San Vito e San Michele; oltre alle decine di pullman.

La petizione, presentata nelle scorse settimane al sindaco, all’Arpa, ma anche alle Autorità competenti, ha come obiettivo il «monitoraggio, del livello di inquinamento causato al traffico».

Grazie all’iniziativa dell’Associazione e alla disponibilità del nuovo comandante Pepe si potrà adesso conoscere senza ombra di dubbio se esiste un pericolo per la salute dei cittadini.

Nelle ultime settimane, grazie alla decisione di deviare i mezzi pesanti (camion e autobus di linea) si è registrato un lieve miglioramento del traffico. Resta irrisolto il problema della sosta selvaggia in alcuni tratti dove la strada si restringe.

La scelta definitiva (se continuare a deviare i mezzi pesanti e i bus o revocare quel provvedimento) scaturirà dalla lettura dei dati di misurazione registrati della centralina che l’Arpa metterà a disposizione del Comune al quale toccherà solo l’onere dell’allaccio alla rete elettrica pubblica.

Quei risultati scientifici dovrebbero servire per decidere se vietare per sempre (anche dopo la fine dei lavori) il transito ai mezzi pesanti e ai bus. Una scelta «coraggiosa» (rispetto alle pressioni contrarie di alcuni) nel nome dell’ambiente e della salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie