Lunedì 20 Gennaio 2020 | 18:28

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

 
GdM.TVLotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
HomeLa decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie lucane, muore 33enne: 26 persone in carcere. Autista arrestato: «Ero circondato, avevo paura»

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: chiedevano 100mila euro a imprenditore, tre fermi

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

«Salva la casa natale di Bartolo Longo» Vittoria dei cittadini

LATIANO - «La casa natale del Beato Bartolo Longo» è salva. La Soprintendenza per i beni culturali della Puglia ha ufficialmente avviato tre giorni fa la procedura di vincolo dell’immobile di via Santa Margherita, comunicando per iscritto ai proprietari, Regione Puglia e Comune di Latiano, l’interesse culturale per il bene
«Salva la casa natale di Bartolo Longo» Vittoria dei cittadini
LATIANO - «La casa natale del Beato Bartolo Longo» è salva. La Soprintendenza per i beni culturali della Puglia ha ufficialmente avviato tre giorni fa la procedura di vincolo dell’immobile di via Santa Margherita, comunicando per iscritto ai proprietari, Regione Puglia e Comune di Latiano, l’interesse culturale per il bene.

Il merito di questo importante traguardo va ai cittadini di Latiano che, attraverso l’Associazione culturale «L’Isola che non c’è», e al comitato «Salviamo la casa di Bartolo Longo», hanno saputo creare una forte mobilitazione e coinvolto importanti personalità della cultura e della politica tra tutti Al Bano Carrisi e il presidente del Consiglio regionale pugliese, Onofrio Introna. I quali hanno aderito con forza a tutte le iniziative organizzate negli ultimi mesi per evitare che quell’immobile fosse venduto e destinato a chissà quale altro uso, diverso da quello legato alla memoria del Beato Bartolo Longo, fondatore della Basilica di Pompei.

L’iter, a questo punto prevede che «negli 80 giorni successivi alla data di invio della procedura, coloro i quali hanno ricevuto l’avviso potranno intervenire partecipando al procedimento stesso» (cioè a favore o contro). Dopo quel termine, «nei successivi 40 giorni e fino ad un limite di 120 giorni l’emanazione del Decreto vero e proprio col quale viene dichiarato l’interesse storico su bene». Questo comporterà degli obblighi per i proprietari. Tra i quali quelli riguardanti eventuali interventi di restauro che dovranno essere autorizzati preventivamente dalla Soprintendenza.

Inoltre, «in caso di vendita dell’immobile, l’intenzione (da parte dei proprietari) deve «deve essere comunicata alla Soprintendenza che ha 60 giorni di tempo per dare il suo parare». Il pericolo sventato della vendita ha risvegliato nei cittadini l’interesse per il suo illustre concittadino. In questi ultimi mesi, infatti, sono state organizzate una serie di iniziative pubbliche: dal convegno su «Latiano città turistica?», alla costituzione del Comitato, alla realizzazione di un concorso nazionale per giovani registi per un cortometraggio sul Beato.

Intanto, nei prossimi giorni sulle facciate di tutte le chiese di Latiano compariranno delle gigantografie (5x3 metri) del Beato per ricordare due date importanti legate a questa figura: il 5 ottobre 1926 (morte del Beato) e il 26 ottobre 1980 (data di beatificazione). Per commemorare questo importante evento che si è celebrato 34 anni fa in Piazza San Pietro, il 26 ottobre tutti i parroci di Latiano (e si spera anche il Vescovo di Oria e l'Abate dell'Ordine dei Cistercensi di Casamari) officieranno una santa messa sul sagrato della chiesa di Cotrino. Un evento al quale parteciperà, anche questa volta, lo stesso Al Bano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie