Venerdì 10 Aprile 2020 | 08:23

NEWS DALLA SEZIONE

Si teme un focolaio in carcere
Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

 
emergenza coronavirus
Brindisi, bimbo di 8 anni positivo: è ricoverato nella Pediatria del «Perrino»

Brindisi, bimbo di 8 anni positivo: è ricoverato nella Pediatria del «Perrino»

 
Denunciato dalla Digos
Brindisi, voleva i buoni spesa. Danni all’auto del Comune e minacce al sindaco

Brindisi, voleva i buoni spesa: danni all’auto del Comune e minacce al sindaco

 
nel brindisino
Francavilla F.na, vendono online mascherine ma è una truffa: denunciati padre e figlio

Francavilla F.na, vendono online mascherine ma è una truffa: denunciati padre e figlio

 
La decisione
Emergenza coronavirus, riapre il parco ma solo per gli autistici

Emergenza coronavirus, a Brindisi riapre il parco: ma solo per gli autistici

 
Il virus
Covid 19 a Brindisi, positivo bimbo di 4 mesi al Perrino: non è in gravi condizioni

Covid 19 a Brindisi, positivo bimbo di 4 mesi al Perrino: non è in gravi condizioni

 
l'infezione
Brindisi, detenuto positivo al Coronavirus: tamponi nel carcere

Brindisi, detenuto positivo al Coronavirus: tamponi nel carcere

 
EMERGENZA CORONAVIRUS
Test agli operatori sanitari

Brindisi, contagio nel laboratorio analisi del Perrino: via allo screening per operatori sanitari

 
Solidarietà
Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

 
La decisione
Brindisi, con circolare regionale riapre centro antiviolenza donne

Brindisi, con circolare regionale riapre centro antiviolenza donne

 
Il virus
Brindisi. Covid, positivi altri 12 tra cui un assessore

Coronavirus a Brindisi, positivi altri 12: tra loro anche un assessore

 

Il Biancorosso

L’iniziativa
«Museo del Bari» mette le maglie all’asta

«Museo del Bari» mette le maglie all’asta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccel'operazione
Lecce, GdF sequestra 27mila flaconi di gel igienizzante prodotto nel 1989 e rivenduto

Lecce, GdF sequestra 27mila flaconi di gel igienizzante prodotto nel 1989 e rivenduto

 
BariLa sinergia
Tecnologia, al Politecnico di Bari l'Innovation Hub di Terna

Tecnologia, al Politecnico di Bari l'Innovation Hub di Terna

 
FoggiaStorie di ordinario coraggio
Foggia, due sorelle nel reparto Covid della Casa Sollievo: «Nel dolore abbiamo trovato la speranza»

Foggia, due sorelle nel reparto Covid della Casa Sollievo: «Nel dolore abbiamo trovato la speranza»

 
TarantoSanità
Covid 19 a Taranto, Melucci: «Piano ospedaliero Puglia? È fragile»

Covid 19 a Taranto, Melucci: «Piano ospedaliero Puglia? È fragile»

 
PotenzaLa lettera
Potenza, la scuola al tempo del Covid, parla un'alunna «Grazie prof, senza di voi saremmo persi»

Potenza, la scuola al tempo del Covid, parla un'alunna «Grazie prof, senza di voi saremmo persi»

 
MateraImmagini del «belpaese»
Bernalda, Ford Coppola sogna l’Italia e spegne 81 candeline

Bernalda, Ford Coppola sogna l’Italia e spegne 81 candeline

 
BrindisiSi teme un focolaio in carcere
Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

 
Batsport
Barletta, «Stop e niente gare ma c’è lo streaming»

Barletta, parla campionessa di scacchi: «Stop e niente gare ma c’è lo streaming»

 

i più letti

Presentata petizione per bloccare i tir in transito dal centro

LATIANO - «Monitorare i livelli di inquinamento lungo la strada più trafficata del paese». E’ questo l’oggetto di una petizione popolare organizzata dall’Associazione «L’Isola che non c’è» e consegnata nella mattinata di ieri alla attenzione del sindaco. La strada è quella che collega via Oria-Francavilla con via Mesagne. Una arteria lungo la quale insistono una scuola elementare, un centro per anziani e decine di attività commerciali (la maggior parte delle quali bar-caffetterie), compresa una banca, due chiese (qui con un restringimento della carreggiata inferiore ai 4metri e 50); e poi panifici, fruttivendoli, macellerie, venditori ambulanti, un distributore di carburante.
Presentata petizione per bloccare i tir in transito dal centro
LATIANO - «Monitorare i livelli di inquinamento lungo la strada più trafficata del paese». E’ questo l’oggetto di una petizione popolare organizzata dall’Associazione «L’Isola che non c’è» e consegnata nella mattinata di ieri alla attenzione del sindaco.

La strada è quella che collega via Oria-Francavilla con via Mesagne. La strada più trafficata in assoluto del paese, attraversata ogni giorno non solo dagli abitanti locali, ma anche dai forestieri provenienti da Oria che devono raggiungere Brindisi o Torre Santa Susanna (e viceversa). A questo si aggiunge il traffico (in questo periodo deviato per lavori) dei mezzi pesanti, compresi i tir «da» e «per» Torre Santa Susanna, Mesagne, San Vito e San Michele; oltre alle decine di pullman.

Una arteria lungo la quale insistono una scuola elementare, un centro per anziani e decine di attività commerciali (la maggior parte delle quali bar-caffetterie), compresa una banca, due chiese (qui con un restringimento della carreggiata inferiore ai 4metri e 50); e poi panifici, fruttivendoli, macellerie, venditori ambulanti, un distributore di carburante.

Ora la richiesta al sindaco, ma anche all’Arpa e alle Autorità competenti, dei cittadini di «monitorare, attraverso le centraline il livello di inquinamento dovuto al traffico». Eppure basterebbe installare definitivamente un semplice cartello che vietasse il transito ai mezzi pesanti deviandoli su un’ altra arteria periferica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie