Martedì 15 Ottobre 2019 | 18:10

NEWS DALLA SEZIONE

nel Brindisino
Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

 
L'inchiesta
Brindisi, ceneri delle centrale di Enel per cemento: chiesto processo per 18

Brindisi, ceneri delle centrale di Enel per cemento: chiesto processo per 18

 
tragedia sfiorata
Tenta di strangolare la compagna: 37enne arrestato a Brindisi

Tenta di soffocare la compagna: 37enne arrestato a Brindisi

 
il giallo
Società sponsorizza «Meraviglioso Natale» a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

Società sponsorizza Meraviglioso Natale a Ostuni, il sindaco: «Mai autorizzati, li diffido»

 
nel Brindisino
Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

Erchie, tormenta l'ex moglie per convincerla a lasciare la casa coniugale: divieto di avvicinamento

 
nel Brindisino
Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

 
Fasano, auto in fiamme: rogo danneggia sede azienda mensa scolastica

Fasano, rogo distrugge centro cottura Ladisa: prepara pasti per scuole fasanesi e di Martina

 
nel brindisino
Mesagne, droga nascosta nel vano dell'autoradio: arrestato 35enne

Mesagne, droga nascosta nel vano dell'autoradio: arrestato 35enne

 
nel Brindisino
Erchie, droga nascosta sotto i tappetini dell'auto: due arresti

Erchie, droga nascosta sotto i tappetini dell'auto: due arresti

 
Il caso nel Brindisino
Mesagne, diventa mamma a 65 anni e reclama il «bonus bebè»

Mesagne, diventa mamma a 65 anni e reclama il «bonus bebè»

 
Il progetto
S. M. Salentino, addio piatti e posate di plastica: la mensa diventa plastic free

S. M. Salentino, addio piatti e posate di plastica: la mensa diventa plastic free

 

Il Biancorosso

Lega pro
Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barisanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 
Materamorirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 
Brindisinel Brindisino
Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

 
Leccenel Leccese
Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

 
Tarantola decisione
Tribunale Taranto, marinaio morto per amianto: 200mila euro di risarcimento agli eredi

Tribunale Taranto, marinaio morto per amianto: 200mila euro di risarcimento agli eredi

 
Batl'iniziativa
«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 

i più letti

Presentata petizione per bloccare i tir in transito dal centro

LATIANO - «Monitorare i livelli di inquinamento lungo la strada più trafficata del paese». E’ questo l’oggetto di una petizione popolare organizzata dall’Associazione «L’Isola che non c’è» e consegnata nella mattinata di ieri alla attenzione del sindaco. La strada è quella che collega via Oria-Francavilla con via Mesagne. Una arteria lungo la quale insistono una scuola elementare, un centro per anziani e decine di attività commerciali (la maggior parte delle quali bar-caffetterie), compresa una banca, due chiese (qui con un restringimento della carreggiata inferiore ai 4metri e 50); e poi panifici, fruttivendoli, macellerie, venditori ambulanti, un distributore di carburante.
Presentata petizione per bloccare i tir in transito dal centro
LATIANO - «Monitorare i livelli di inquinamento lungo la strada più trafficata del paese». E’ questo l’oggetto di una petizione popolare organizzata dall’Associazione «L’Isola che non c’è» e consegnata nella mattinata di ieri alla attenzione del sindaco.

La strada è quella che collega via Oria-Francavilla con via Mesagne. La strada più trafficata in assoluto del paese, attraversata ogni giorno non solo dagli abitanti locali, ma anche dai forestieri provenienti da Oria che devono raggiungere Brindisi o Torre Santa Susanna (e viceversa). A questo si aggiunge il traffico (in questo periodo deviato per lavori) dei mezzi pesanti, compresi i tir «da» e «per» Torre Santa Susanna, Mesagne, San Vito e San Michele; oltre alle decine di pullman.

Una arteria lungo la quale insistono una scuola elementare, un centro per anziani e decine di attività commerciali (la maggior parte delle quali bar-caffetterie), compresa una banca, due chiese (qui con un restringimento della carreggiata inferiore ai 4metri e 50); e poi panifici, fruttivendoli, macellerie, venditori ambulanti, un distributore di carburante.

Ora la richiesta al sindaco, ma anche all’Arpa e alle Autorità competenti, dei cittadini di «monitorare, attraverso le centraline il livello di inquinamento dovuto al traffico». Eppure basterebbe installare definitivamente un semplice cartello che vietasse il transito ai mezzi pesanti deviandoli su un’ altra arteria periferica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie