Sabato 20 Aprile 2019 | 06:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 
Nel Brindisino
San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

 
Con Easyjet
Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

Brindisi vola alla scoperta di Bristol: dal 3 luglio nuovo collegamento estivo

 
L'operazione della Gdf
Ostuni, non versa ritenute Irpef: maxi sequestro di beni a titolare supermarket

Ostuni, non versa ritenute Irpef: maxi sequestro di beni a titolare supermarket

 
A Brindisi
Ruba farmaci da reparti, licenziato dipendente Sanitaservice

Ruba farmaci da reparti, licenziato dipendente Sanitaservice

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Campi vicino Enel Agricoltori chiedono il risarcimento al Tar

BRINDISI – Dieci agricoltori che posseggono o conducono terreni agricoli nelle vicinanze della centrale Enel di Cerano hanno presentato ricorso al Tar di Lecce rivendicando un risarcimento di circa due milioni a carico del Comune di Brindisi in virtù delle conseguenze patite – a quanto affermano - dall’entrata in vigore di un ordinanza di divieto di coltivazione di quelle aree che fu firmata dall’allora sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, nel 2007
Campi vicino Enel Agricoltori chiedono il risarcimento al Tar
BRINDISI – Dieci agricoltori che posseggono o conducono terreni agricoli nelle vicinanze della centrale Enel di Cerano hanno presentato ricorso al Tar di Lecce rivendicando un risarcimento di circa due milioni a carico del Comune di Brindisi in virtù delle conseguenze patite – a quanto affermano - dall’entrata in vigore di un ordinanza di divieto di coltivazione di quelle aree che fu firmata dall’allora sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, nel 2007.

Il provvedimento, su ricorso di Enel Produzione, fu poi annullato dal Tar nel 2009 e non vi fu successiva impugnazione. Il Comune di Brindisi ha deciso di resistere in giudizio per evitare un addebito di circa un milione e 700mila euro che gli imprenditori intendono incassare ritenendo che "l'ordinanza sindacale oltre a causare un danno consistente nella distruzione di tutto il prodotto agricolo dell’anno in corso, al momento della sua adozione, avrebbe cagionato un ulteriore decremento del patrimonio dei ricorrenti, conseguente alla mancata coltivazione delle aree interessate dall’ordinanza per tutto il periodo in cui è rimasto efficace il divieto di coltivazione sino alla notizia dell’annullamento giurisdizionale dell’ordinanza sindacale". Il gruppo degli agricoltori interessati dai divieti è molto più numeroso ed è quasi interamente costituito parte civile contro Enel nel processo per la dispersione di polveri di carbone che si sta svolgendo a Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400