Domenica 18 Agosto 2019 | 14:48

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
L'evento
S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

 
Nel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
Nel Brindisino
Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

 
decenni di violenze
Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

 
L’operazione
Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

 
L'episodio
Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

 
Nel Brindisino
Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

 
Storia a lieto fine
Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

 
3 arresti
Tentano di ucciderlo perché ha una relazione con la moglie di un detenuto: arresti a Brindisi

Brindisi, è l'amante di una moglie di un detenuto: pestato da mamma e figli
 

 
Violenza domestica
Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPolitica
L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeNel Tarantino
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
NewsweekVacanze vip
Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

 
FoggiaI controlli
Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Campi vicino Enel Agricoltori chiedono il risarcimento al Tar

BRINDISI – Dieci agricoltori che posseggono o conducono terreni agricoli nelle vicinanze della centrale Enel di Cerano hanno presentato ricorso al Tar di Lecce rivendicando un risarcimento di circa due milioni a carico del Comune di Brindisi in virtù delle conseguenze patite – a quanto affermano - dall’entrata in vigore di un ordinanza di divieto di coltivazione di quelle aree che fu firmata dall’allora sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, nel 2007
Campi vicino Enel Agricoltori chiedono il risarcimento al Tar
BRINDISI – Dieci agricoltori che posseggono o conducono terreni agricoli nelle vicinanze della centrale Enel di Cerano hanno presentato ricorso al Tar di Lecce rivendicando un risarcimento di circa due milioni a carico del Comune di Brindisi in virtù delle conseguenze patite – a quanto affermano - dall’entrata in vigore di un ordinanza di divieto di coltivazione di quelle aree che fu firmata dall’allora sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, nel 2007.

Il provvedimento, su ricorso di Enel Produzione, fu poi annullato dal Tar nel 2009 e non vi fu successiva impugnazione. Il Comune di Brindisi ha deciso di resistere in giudizio per evitare un addebito di circa un milione e 700mila euro che gli imprenditori intendono incassare ritenendo che "l'ordinanza sindacale oltre a causare un danno consistente nella distruzione di tutto il prodotto agricolo dell’anno in corso, al momento della sua adozione, avrebbe cagionato un ulteriore decremento del patrimonio dei ricorrenti, conseguente alla mancata coltivazione delle aree interessate dall’ordinanza per tutto il periodo in cui è rimasto efficace il divieto di coltivazione sino alla notizia dell’annullamento giurisdizionale dell’ordinanza sindacale". Il gruppo degli agricoltori interessati dai divieti è molto più numeroso ed è quasi interamente costituito parte civile contro Enel nel processo per la dispersione di polveri di carbone che si sta svolgendo a Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie