Domenica 17 Febbraio 2019 | 17:14

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLite sulle elezioni
San Severo, scazzottata nella sede della Lega per il candidato sindaco. Due espulsi, arriva il commissario

San Severo, rissa nella sede della Lega per il candidato sindaco. Il partito li caccia: non sono graditi

 
LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

Truccati esami per patenti di guida 3 i condannati

BRINDISI – Tre persone sono state condannate ad una pena massima (sospesa) di un anno e 10 mesi, mentre due ispettori della Motorizzazione civile sono stati assolti a Brindisi al termine di un processo con rito ordinario nato da un’inchiesta, denominata 'Patente 2.0', su un presunto giro di esami truccati per conseguire la patente di guida
Truccati esami per patenti di guida 3 i condannati
BRINDISI – Tre persone sono state condannate ad una pena massima (sospesa) di un anno e 10 mesi, mentre due ispettori della Motorizzazione civile sono stati assolti a Brindisi al termine di un processo con rito ordinario nato da un’inchiesta, denominata 'Patente 2.0', su un presunto giro di esami truccati per conseguire la patente di guida.
Gli imputati condannati sono Giuseppe Caramia, 46 anni, di Alberobello (Bari), titolare di una scuola guida a Fasano (Brindisi), Antonio Massaro, 57 anni, e Angelo Ferrari, 45 anni, entrambi di Brindisi. I due ispettori assolti, Adriana Bolognini, 56 anni, e Vito Antonio Resta, 54 anni, anche loro di Brindisi, erano accusati di truffa ai danni dello Stato per aver fruito di rimborsi per l’utilizzo di auto di servizio.

Altri tre imputati erano stati già condannati in precedenza dopo aver scelto di essere giudicati con rito abbreviato. I reati contestati dal gip, quando nel marzo del 2012 venne eseguita una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di otto indagati, erano a vario titolo, per i titolari di scuola guida di associazione per delinquere (ipotesi di reato poi decaduta) finalizzata alla commissione di delitti contro la fede pubblica, e invece di induzione, mediante inganno, a formare atti pubblici ideologicamente falsi, e di presentazione, come propria, di opera altrui, per i titolari di scuola guida e i candidati.

Dal gennaio 2011 vennero eseguite dalla Guardia di finanza di Fasano numerose intercettazioni telefoniche a supporto dell’attività investigativa. Secondo quanto accertato, erano sufficienti 2.000 euro per superare i test della prova scritta i cui risultati venivano suggeriti attraverso un telefonino cellulare o un orologio con ricetrasmittente. Colui che sosteneva la prova di esame, infatti, presentatosi come privatista, era munito di una ricetrasmittente, costituita da un orologio che incorporava anche un telefono cellulare, nonchè di due telefoni cellulari, in modalità vibrazione, custoditi nelle tasche degli abiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400