Sabato 23 Marzo 2019 | 08:19

NEWS DALLA SEZIONE

Fino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
A brindisi
In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

 
Nel Brindisino
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Diplomi facili a Brindisi 11 assolti: non c'è reato

BRINDISI – Sono stati tutti assolti dal gup del tribunale di Brindisi Valerio Fracassi, con la formula «perchè il fatto non sussiste», gli 11 imputati nel processo con rito abbreviato su un presunto giro di diplomi «facili» conseguiti in scuole private dietro corrispettivo in denaro. Per tutti il pm aveva chiesto la condanna (da 2 a 6 anni).  In attesa dell’udienza preliminare altre nove persone coinvolte nell’inchiesta, che avevano preferito il percorso processuale ordinario
Diplomi facili a Brindisi 11 assolti: non c'è reato
BRINDISI – Sono stati tutti assolti dal gup del tribunale di Brindisi Valerio Fracassi, con la formula «perchè il fatto non sussiste», gli 11 imputati nel processo con rito abbreviato su un presunto giro di diplomi «facili» conseguiti in scuole private dietro corrispettivo in denaro.

Gli 11 imputati avevano chiesto di essere giudicati allo stato degli atti: nell’elenco c'erano il presunto «capo» del sistema, Marco Macchitella, imprenditore salentino titolare di una scuola paritaria, e altre dieci persone. Il pm Raffaele Casto aveva chiesto la condanna per tutti, con pene variabili da due a sei anni.

Sono invece in attesa che si celebri l’udienza preliminare altre nove persone coinvolte nell’inchiesta, che avevano preferito il percorso processuale ordinario. A tutti gli imputati erano contestati l’associazione per delinquere e i reati di abuso di ufficio, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e falsa dichiarazione sostitutiva di certificazione.

Secondo l’accusa, venivano reclutati maturandi nei comuni della provincia di Brindisi che frequentavano scuole paritarie e veniva garantito loro, dietro corrispettivo in danaro, di superare gli esami di maturità senza difficoltà. Le indagini furono svolte con l’ausilio di microspie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400