Sabato 20 Aprile 2019 | 18:41

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 
Nel Brindisino
San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

San Michele Salentino, calci e pugni agli anziani genitori: arrestato

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
BariIn città
Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

 
LecceNel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
GdM.TVOperazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 

Litigarono per una sedia e un anziano fu ucciso Condannato ultrasettantenne

BRINDISI – La Corte d’assise di Brindisi ha condannato alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione Domenico Giannoccaro, ambulante 72enne di Fasano (Brindisi), ritenuto responsabile dell’omicidio preterintenzionale di Vito Trisciuzzi. Il 75enne, affetto da difficoltà deambulatorie, fu colpito con uno schiaffo per una sedia contesa al bar l’11 giugno 2013 e morì in ospedale 15 giorni dopo
Litigarono per una sedia e un anziano fu ucciso Condannato ultrasettantenne
BRINDISI – La Corte d’assise di Brindisi ha condannato alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione Domenico Giannoccaro, ambulante 72enne di Fasano (Brindisi), ritenuto responsabile dell’omicidio preterintenzionale di Vito Trisciuzzi. Il 75enne, affetto da difficoltà deambulatorie, fu colpito con uno schiaffo per una sedia contesa al bar l’11 giugno 2013 e morì in ospedale 15 giorni dopo, il 26 giugno.
Il pm Milto Stefano De Nozza aveva chiesto la condanna alla pena minima di 5 anni e 4 mesi, sostenendo che vi fosse stata volontarietà da parte di Giannoccaro nel colpire la vittima; per quanto riguarda poi l’epilogo, ossia la morte dell’uomo, il pm aveva ritenuto l’evento non contraddistinto dal dolo. La difesa sosteneva invece che si fosse trattato di una spinta del tutto accidentale, verificatasi durante la lite per il posto a sedere ai tavolini del bar.

La Corte (presidente Domenico Cucchiara, a latere Giuseppe Biondi) ha condiviso la tesi del pm. Questi aveva chiesto subito dopo l’interrogatorio di garanzia seguito all’arresto di Giannoccaro, nel dicembre scorso, il processo con giudizio immediato. Durante il dibattimento, gli stessi testimoni che durante le indagini avevano confermato di aver osservato l’imputato schiaffeggiare l’anziano – secondo accusa e difesa – hanno modificato la propria versione dei fatti. La Corte non ha però ritenuto l’invio degli atti alla procura per falsa testimonianza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400