Martedì 21 Gennaio 2020 | 03:00

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceGiustizia svenduta
Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

 
BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

latiano

Caserma di via Spinelli
forse c'è la soluzione

Alcune idee durante una riunione, organizzata dall’Associazione culturale «L’Isola che non cè», alla quale ha partecipato anche il presidente nazionale di «Invimit» Massimo Ferrarese

isola che non c'è

LATIANO - La soluzione per salvare l'immobile di via Spinelli, attualmente sede della caserma dei carabinieri, c’è. Ecco come fare: «il Comune dovrebbe acquisire l’immobile, attualmente di proprietà della Provincia di Brindisi, trasferirlo all’Invimit che provvederebbe alla ristrutturazione«; l’ente locale dovrebbe infine «restituire alla società del Tesoro le somme impiegate per l’intervento attraverso un canone ventennale o la cessione di un bene (anche un terreno) comunale pari (o quasi) al valore dell’intervento di ristrutturazione».

Ad indicare le eventuali soluzioni, nei giorni scorsi si è svolta a Latiano una riunione, organizzata dall’Associazione culturale «L’Isola che non cè», alla quale hanno partecipato il presidente nazionale di «Invimit» Massimo Ferrarese, il funzionario responsabile per il territorio della Sovrintendenza ai beni culturali per la Puglia, arch. Di Fonzo, il sindaco Mino Maiorano, il vice sindaco Cosimo Albanese e i rappresentanti dell'associazione «guidati» dall'architetto Maria Formosi. A moderare gli interventi il giornalista della Gazzetta Franco Giuliano.

«Bisogna tenere conto che Invimit - ha spiegato Ferrarese, dichiarando la sua totale disponibilità - non è una ente di beneficenza, ma una società pubblica che può intervenire sui beni immobili dello Stato. Ma nello stesso tempo recuperando in parte in parte l’investimento».

Il Comune di Latiano, dunque, potrebbe chiedere alla Provincia (proprietaria dell'immobile che attualmente ospita la caserma dei carabinieri) il trasferimento della proprietà (gratuitamente o ad un prezzo simbolico, date le condizioni di degrado in cui versa). Contestualmente il Comune dovrebbe presentare ad Invimit (la società costituita dal ministero del Tesoro per la valorizzazione del patrimonio immobiliare dello Stato) un progetto che indichi una destinazione d'uso futura del bene così da consentire ad Invimit di recuperare, attraverso un canone pluriennale, in parte l'investimento di ristrutturazione dello stesso.
«Invimit - ha ribadito più volte Ferrarese - è disposta a valutare una proposta che consenta anche attraverso un canone 20ennale di recuperare i costi di ristrutturazione dell'immobile».


Il Comune una volta ottenuto il trasferimento del bene dalla Provincia, dovrebbe insomma redigere un masterplain da presentare ad Invimit che valuterà la economicità dell'intervento.

Oppure il Comune, a fronte dei costi supportati da Invimit potrebbe cedere un qualsiasi altro bene di sua proprietà (una sorta di baratto) così da pareggiare i costi della ristrutturazione.

Si tratta ora di verificare se i suggerimenti del presidente Ferrarese verranno raccolti dalla amministrazione comunale.
Nel frattempo l'associazione presenterà nelle prossime settimane un progetto di massima (redatto dall’arch. Formosi) che conterrà una ipotesi di destinazione d'uso; lo studio verrà poi consegnato al Comune che potrà decidere «se» è «come» eventualmente utilizzarlo.

Tutto ciò in vista di una urgente decisione che l'ente comunale dovrà prendere per garantire ai militari una sede alternativa rispetto all'attuale immobile di fatto inagibile.

Intanto, i consiglieri Salvatore De Punzio e Antonio De Giorgi, hanno annunciato che, «alla luce delle importanti novità scaturite nel corso dell'incontro con il presidente Invimit, Ferrarese», chiederanno «la convocazione di un Consiglio Comunale ad hoc per valutare le proposte avanzate».

----------

Nella foto: il presidente Invimit Massimo Ferrarese, il sindaco Maiorano, il vice sindaco Albanese, il giornalista della Gazzetta Franco Giuliano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie