Venerdì 10 Aprile 2020 | 07:58

NEWS DALLA SEZIONE

Si teme un focolaio in carcere
Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

 
emergenza coronavirus
Brindisi, bimbo di 8 anni positivo: è ricoverato nella Pediatria del «Perrino»

Brindisi, bimbo di 8 anni positivo: è ricoverato nella Pediatria del «Perrino»

 
Denunciato dalla Digos
Brindisi, voleva i buoni spesa. Danni all’auto del Comune e minacce al sindaco

Brindisi, voleva i buoni spesa: danni all’auto del Comune e minacce al sindaco

 
nel brindisino
Francavilla F.na, vendono online mascherine ma è una truffa: denunciati padre e figlio

Francavilla F.na, vendono online mascherine ma è una truffa: denunciati padre e figlio

 
La decisione
Emergenza coronavirus, riapre il parco ma solo per gli autistici

Emergenza coronavirus, a Brindisi riapre il parco: ma solo per gli autistici

 
Il virus
Covid 19 a Brindisi, positivo bimbo di 4 mesi al Perrino: non è in gravi condizioni

Covid 19 a Brindisi, positivo bimbo di 4 mesi al Perrino: non è in gravi condizioni

 
l'infezione
Brindisi, detenuto positivo al Coronavirus: tamponi nel carcere

Brindisi, detenuto positivo al Coronavirus: tamponi nel carcere

 
EMERGENZA CORONAVIRUS
Test agli operatori sanitari

Brindisi, contagio nel laboratorio analisi del Perrino: via allo screening per operatori sanitari

 
Solidarietà
Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

Coronavirus, Eni dona mascherine e respiratori ad Asl di Brindisi e Taranto

 
La decisione
Brindisi, con circolare regionale riapre centro antiviolenza donne

Brindisi, con circolare regionale riapre centro antiviolenza donne

 
Il virus
Brindisi. Covid, positivi altri 12 tra cui un assessore

Coronavirus a Brindisi, positivi altri 12: tra loro anche un assessore

 

Il Biancorosso

L’iniziativa
«Museo del Bari» mette le maglie all’asta

«Museo del Bari» mette le maglie all’asta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa sinergia
Tecnologia, al Politecnico di Bari l'Innovation Hub di Terna

Tecnologia, al Politecnico di Bari l'Innovation Hub di Terna

 
FoggiaStorie di ordinario coraggio
Foggia, due sorelle nel reparto Covid della Casa Sollievo: «Nel dolore abbiamo trovato la speranza»

Foggia, due sorelle nel reparto Covid della Casa Sollievo: «Nel dolore abbiamo trovato la speranza»

 
TarantoSanità
Covid 19 a Taranto, Melucci: «Piano ospedaliero Puglia? È fragile»

Covid 19 a Taranto, Melucci: «Piano ospedaliero Puglia? È fragile»

 
PotenzaLa lettera
Potenza, la scuola al tempo del Covid, parla un'alunna «Grazie prof, senza di voi saremmo persi»

Potenza, la scuola al tempo del Covid, parla un'alunna «Grazie prof, senza di voi saremmo persi»

 
Leccenel salento
Coronavirus, Porto Cesareo: nessuna ordinanza di chiusura a Pasqua e Pasquetta, sindaco invita alla serrata

Coronavirus, Porto Cesareo: nessuna ordinanza di chiusura a Pasqua e Pasquetta, sindaco invita alla serrata

 
MateraImmagini del «belpaese»
Bernalda, Ford Coppola sogna l’Italia e spegne 81 candeline

Bernalda, Ford Coppola sogna l’Italia e spegne 81 candeline

 
BrindisiSi teme un focolaio in carcere
Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

Brindisi, in quarantena 9 agenti di Polizia penitenziaria

 
Batsport
Barletta, «Stop e niente gare ma c’è lo streaming»

Barletta, parla campionessa di scacchi: «Stop e niente gare ma c’è lo streaming»

 

i più letti

la testimonianza

Mesagne, psicosi Coronavirus: «Mi chiedono se sto bene solo perché sono cinese»

Parla Marco Wei, da 20 anni in Italia: «Per tutelare mia figlia non la mando a scuola»

Scuola, inizia un nuovo annoma il futuro resta incerto

«Certamente signora, sono sceso dieci minuti fa dall’aereo, tornando dalla Cina». Sdrammatizza così, Marco Wei, 25 anni, cinese Doc, ma da venti in Italia. Tutt’intorno, però, c’è un clima di sospetto, che non giova. Anzi, egli sdrammatizza perché quella di ieri mattina era la risposta, replicata chissà quante volte in questi giorni - «almeno un decina», dice lui – a chi, non appena entra nel centro commerciale, gli chiede: «Non è che ci trasmettete il virus?».
Marco, ha famiglia, una figlia. È in Italia da quando lui aveva circa 5 anni: prima a Firenze, per tantissimo tempo. Quindi in Sicilia - e riconosci il modo di liquidare le fakes news («minchiate») -, e da quattro anni è a Mesagne. È il factotum del centro commerciale Bbk2, nella zona industriale. A Natale traboccava di persone a tutte le ore, ora trovi poca gente. «Non è questo il problema – risponde -, ogni anno è così, in questo periodo. Si riprende gli ultimi giorni di Carnevale alla grande, quindi arriva la primavera e tutto assume un altro ritmo. Il problema è il clima di sospetto: gente che veniva sorridente quasi ogni giorno, adesso fa il giro lungo e ti chiede sempre del coronavirus. E io rispondo sempre così: “certamente, sono sceso dieci minuti fa dall’aereo”».

Anche in periferia, il Covid-19 - come da poco è stato nominato - fa paura e rievoca pagine di manzoniana memoria, quelle della peste a Milano, almeno nei sentimenti; la paura, il sospetto, del cinese possibile “untore”. «Anzi, da qualche giorno devo dire che va anche meglio – aggiunge Marco Wei -. C’è stato un giorno, a fine gennaio inizi febbraio, in cui sono entrate pochissime persone e addirittura hanno chiesto: “Possiamo entrare?”. E da lì la mia risposta che ora è diventata un tormentone: “Sono sceso 10 minuti fa dall’aereo”. E ancora, ancora… Miei amici in Italia hanno chiuso fino a metà marzo i loro ristoranti. Mi hanno detto: “Marco, paghiamo l’affitto del locale, ma fino a quando non si chiarisce la situazione, non paghiamo nulla altro, né materie prime per cucinare, né dipendenti… Insomma aspettano».

E il sospetto, evidentemente, non tende a diminuire, nemmeno in comunità come quelle di un paese brindisino di 25mila abitanti, meno a rischio di metropoli o di altre città decisamente più popolose. «Mia figlia frequenta la scuola materna – racconta Marco -: da qualche settimana preferisco tenerla in casa… C’è la circolare del Ministero che lo consente e poi, non intendo mettere in difficoltà nessuno. Mi sono sentito con le maestre: loro non hanno difficoltà per farla tornare, ma potrebbe anche accadere che qualcuno vada a chiedere loro il motivo di una presenza e, allora, senza mettere in difficoltà nessuno, la bambina resta a casa ancora per qualche tempo».
E interrompe il colloquio e torna alla cassa. «Come stiamo?», gli chiede un signore di mezza età mentre paga materiale elettrico e i sacchetti dei rifiuti. E Marco imperterrito: «Non vedi? sono sceso dieci minuti fa dall’aereo, tornando dalla Cina!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie