Mercoledì 05 Agosto 2020 | 12:56

NEWS DALLA SEZIONE

AMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 
nel Brindisino
Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

Mesagne, minacce ai genitori: «Soldi per la droga o brucio casa», arrestato 31enne

 
VANDALISMO
Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

 
L'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: 52enne lotta tra la vita e la morte, arrestata moglie

 
l'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 
la visita
Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

 
ll fatto
San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

 
Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

 
ABUSIVISMO
A Rosa Marina una spiaggia libera trasformata in lido, tutto sequestrato

A Rosa Marina una spiaggia libera trasformata in lido, tutto sequestrato

 
caldo
Riscaldamento globale: a Brindisi l'incremento maggiore d'Italia

Riscaldamento globale: a Brindisi l'incremento maggiore d'Italia

 
VERSO LE ELEZIONI
S. Vito dei Normanni: il sindaco si dimette e si candida alle Regionali

S. Vito dei Normanni: il sindaco si dimette e si candida alle Regionali

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariTURISMO
Bari, al turismo non basta il solo Bonus vacanze

Bonus vacanze: nel Barese l'iniziativa è un flop

 
Tarantoil caso
Taranto, imprenditore truffa la Regione. L'Avvocatura gli fa sequestrare la casa

Taranto, imprenditore truffa la Regione: Avvocatura gli fa sequestrare casa

 
Batl'episodio a giugno
Minore pestato dal branco a Bisceglie: arrestati altri 6 minori

Minore pestato dal branco a Bisceglie: arrestati altri 6 minori

 
PotenzaSANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
MateraL'EROSIONE
Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia

Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia: lidi in ginocchio

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 
Foggiacaporalato
Foggia, sanatoria solo per le badanti: tutto inutile nelle campagne

Foggia, sanatoria solo per le badanti: tutto inutile nelle campagne

 

i più letti

i funerali

Cellino, tutta la città stretta intorno alla famiglia Carrisi dopo la scomparsa di «donna Iolanda»

L'ultimo saluto alla mamma di Al Bano nella chiesa Madre

Cellino, tutta la città stretta intorno alla famiglia Carrisi dopo la scomparsa di «donna Iolanda»

Tanta gente, in quella chiesa, non si vedeva dal 26 luglio 1970. Allora, però, dominavano applausi e sorrisi per il matrimonio dell’anno: quello tra il cantante del Sud e la figlia dei divi americani. Ieri, solo lacrime per Iolanda, la mamma di Al Bano, che nei suoi 96 anni di vita ha avuto modo di farsi apprezzare e amare non solo perché madre di uno dei cantanti più popolari e apprezzati del mondo ma anche perché con la sua semplicità aveva conquistato tutti: vip e gente comune. È questa solo una delle ragioni per cui ieri la chiesa matrice di Cellino era stracolma, nonostante il cattivo tempo (non c’era però Romina Power, bloccata da un guaio fisico, né Loredana Lecciso che aveva salutato la salma nella cappella di famiglia). Tutti a manifestare vicinanza ad Albano, al fratello Franco e ai nipoti ma anche a tributare il giusto saluto ad una donna che ha avuto un ruolo fondamentale nella vita del cantante.

Ed è a lei che pochi attimi prima della benedizione Al Bano ha rivolto un saluto speciale, dedicando nella Chiesa di colpo muta, sebbene le centinaia di presenze, una canzone. «Amica mia di sempre, madre mia, stasera voglio restare solo con te che mi hai scolpito uomo sulla terra, con te che hai coltivato il seme della vita, con te che nutri i giorni miei con il tuo sorriso, con te il mio domani è sempre acceso. E se tu vuoi stasera andremo insieme verso il mare, tu chiamerei le stelle ad una ad una e poi noi pregheremo insieme sotto la luna e poi la ninna nanna che cantavi tu…». Tra l’emozione e le lacrime sono esplosi ripetuti applausi quando il celebrante, Monsignor Luigi Renna che ha fatto le veci di don Luca, parroco della chiesa madre momentaneamente a Roma per una missione, ha così commentato «eravamo già commossi, adesso ci uniamo al dolore della famiglia Carrisi anche attraverso il canto, un dono che, caro Al Bano, utilizzi egregiamente anche in questa circostanza». A volte, concludendosi un funerale, c’è chi legge una poesia, chi racconta della vita di chi ci ha lasciato con parole e discorsi.

Ieri, Al Bano, ha come per un attimo sospeso la celebrazione in un’altra dimensione e, cantando con lui, al ritmo di quella dolce ninna nanna per Iolanda, ci si è stretti attorno ad un dolore inimmaginabile. È accorsa tutta Cellino e non solo. Oltre ai parenti più stretti, agli amici, ai curiosi accorsi a fare due foto, ai giornalisti di testate locali e tv anche nazionali, c’era tantissima gente che schivava i riflettori, ma era giunta a porgere l’estremo saluto a Iolanda, donna «sempre laboriosa, che con semplicità di tratto e di parole, è stata sposa, madre, nonna attenta, sempre disponibile, solerte, vigile, garbata e mai sopra le righe» come definita dal sacerdote durante l’omelia. «Una donna che ha amato immensamente i suoi figli e ha ricevuto da loro lo stesso amore» ha sottolineato l’imprenditore Massimo Ferrarese, tra le prime file in chiesa, il quale ha precisato che «scavare nei cassetti della memoria alla ricerca di un ricordo particolare è difficile. Ne ho tanti, che conservo con affetto. A me che frequento assiduamente la sua casa ha preparato il pranzo tante volte, gesto che si riserva alle persone di cui ci si prende cura. E lei cucinava sempre per tutta la famiglia, aggiungendo con disinvoltura un posto a tavola».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie