Giovedì 22 Agosto 2019 | 09:25

NEWS DALLA SEZIONE

Poi donato in beneficienza
Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

 
I controlli
Falsi incidenti stradali, stretta dei cc: 36 denunce in 7 mesi nel Brindisino

Falsi incidenti stradali, stretta dei cc: 36 denunce in 7 mesi nel Brindisino

 
L'emergenza
S. Pancrazio Sal.no, Il Comune ingaggia un falco «anti-piccioni»

S. Pancrazio Sal.no, Il Comune ingaggia un falco «anti-piccioni»

 
La scoperta
Brindisi, dopo il restauro nel Duomo torna alla luce una cappella del ’500

Brindisi, dopo il restauro nel Duomo torna alla luce una cappella del ’500

 
Le minacce
Francavilla F.na, molestie ed estorsioni alla ex: arrestati un detenuto e padre 86enne

Francavilla F.na, molestie ed estorsioni alla ex: arrestati un detenuto e padre 86enne

 
Su Instagram
Flavia Pennetta di nuovo mamma: ad annunciarlo sui social è Fabio Fognini

Flavia Pennetta di nuovo mamma: ad annunciarlo sui social è Fabio Fognini

 
Maltrattamenti
Francavilla F.na, massacrava di botte i genitori per avere soldi per sigarette

Francavilla F.na, massacrava di botte i genitori per avere soldi per sigarette

 
Atti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 
L’operazione della Gdf
Fasano, sequestrati libri per oltre 1 mln di euro: messi in vendita da casa editrice fallita

Fasano, sequestrati libri per 1,3 mln: messi in vendita da casa editrice Schena fallita

 
Il caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
L'evento
S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, Antenucci il punto fermochi lo affiancherà domenica?

Bari, Antenucci il punto fermo, chi lo affiancherà domenica?

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BrindisiPoi donato in beneficienza
Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

L'ok dalla Regione

Fasano, cambia il «prg»: così le stalle e i depositi nei campi diventano ville

Sì della Regione alla variante: ma niente lidi e resort nelle masserie

Fasano, cambia il «prg»: così le stalle e i depositi nei campi diventano ville

BARI - Stalle e depositi nelle aree agricole sul litorale da Torre Canne fino al confine di Monopoli potranno essere trasformate in abitazioni. Ma non potranno diventare, come il Comune chiedeva, lidi balneari con le relative attrezzature di supporto, a cominciare dai parcheggi. Eppure la variante al piano regolatore di Fasano, approvata dalla Regione con una procedura che definire singolare è un eufemismo, apre la strada ad importanti trasformazioni di uno dei territori più belli e turisticamente appetibili della Puglia.

Questo nonostante gli uffici della Regione, guidati dal capo dipartimento Barbara Valenzano, abbiano tenuto gli occhi aperti rispetto alla proposta di variante alle Norme tecniche attuative che era stata predisposta da un commissario ad acta, un geometra nominato dalla stessa giunta regionale. Un iter che non è previsto da alcuna legge.

Nel 2017 il Consiglio comunale di Fasano aveva preso atto dell’incompatibilità di 20 componenti su 25 (sindaco compreso) in quanto proprietari delle aree interessate dalla variante «normativa» al Piano regolatore. E così l’amministrazione ha chiesto alla Regione di far approvare la delibera da un commissario. Nel Testo unico degli enti locali, però, i poteri sostituitivi sono previsti solo in caso di inerzia dell’amministrazione, e non per far finire qualcun altro in galera al posto proprio. In casi come questi, quando c’è il rischio che un consigliere decida per qualcosa che lo riguarda, è infatti necessario approvare un nuovo piano urbanistico generale perché sui piani generali (che hanno bisogno di essere attuati) non esistono incompatibilità.

In ogni caso, la scorsa settimana la giunta Emiliano ha dato l’ok definitivo alla variante adottata nell’ottobre 2018. E rispetto alla proposta del commissario, l’istruttoria compiuta dall’assessorato regionale all’Urbanistica ha posto molti paletti. In area agricola si potranno trasformare i capanni in abitazioni, ma nel rispetto dell’indice fondiario previsto (molto basso), senza bonus di volumetria per demolizione e ricostruzione e senza la possibilità di realizzare lidi e parcheggi. Niente trasformazione delle masserie in resort di lusso, con il riutilizzo degli ipogei per creare centri benessere. Resta la possibilità, nel centro abitato, di realizzare bar e ristoranti anche ai piani superiori degli edifici residenziali (se hanno un accesso indipendente) o di utilizzare a fini commerciali piani terra e scantinati da sottoporre a manutenzione nel rispetto dei caratteri tipici del territorio: ma destinando a servizi non più del 25% delle aree totali del fabbricato. Ancora, per sopraelevare le costruzioni non ci saranno deroghe alle altezze minime, per cui non si potrà abbattere il primo piano per realizzarne due come pure era previsto nella variante adottata.

La trasformazione di stalle e depositi agricoli in abitazioni - fanno notare fonti regionali - era comunque già consentita, anche a prescindere dalla variante alle Norme tecniche del prg. E il vincolo del 25% sulle destinazioni miste impedirà di trasformare le abitazioni in qualcosa di molto diverso. A Fasano non l’hanno presa bene...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie