Martedì 26 Marzo 2019 | 04:50

NEWS DALLA SEZIONE

I funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 
Il caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Guidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
Tra Cellino S.Marco e S.pietro Vernotico
Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 persone gravi in ospedale

Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 feriti in ospedale

 
Fino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
A brindisi
In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

 
Nel Brindisino
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

Provoca il cancro

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

La sostanza è presente oltre i limiti consentiti: paura per il personale

Il posto fisso di Polizia rischia di scomparire

Livelli di formaldeide (sostanza altamente cancerogena) in concentrazione superiore di dieci volte il limite consentito all’interno dell’Unità operativa complessa (Uoc) di Anatomia patologica dell’ospedale Perrino. Una situazione di altissimo pericolo per medici, infermieri e tutto quel personale che ogni giorno lavora all’interno della struttura che si protrae da anni e su cui sembrerebbe non ci sia possibilità di soluzione.


«Non intendiamo vivere una nuova ThyssenKrupp, anche perché siamo in una Asl ove la gente si reca per curarsi, non per morire a causa della inerzia di chi avrebbe già da tempo dovuto spostare la UOC di Anatomia Patologica», denunciano il segretario della Funzione pubblica Cgil Pancrazio Tedesco e il segretario generale della Camera del lavoro di Brindisi Antonio Macchia. Il paragone è forte ma la sicurezza sui luoghi di lavoro è messa a serio rischio per quanti lavorano ogni giorni nella struttura sanitaria col triste paradosso che, proprio chi si occupa di curare la gente, rischi di ammalarsi seriamente.
«In data 11.12.2017 - registrano Macchia e Tedesco - il piano delle Azioni di miglioramento della Uoc di Anatomia Patologica, contenute nel Documento di valutazione del rischio (Dvr) adottato con delibera 2133/17, espressamente disponeva la necessità di reperire nuovi locali presso cui trasferire la Uoc medesima. Valutazione questa mutuata dalla Scheda rilevazione dei rischi elaborata sin dal Giugno 2009 dal Servizio Prevenzione e Protezione Aziendale! Si diceva nel Dvr che gli spazi erano insufficienti a contenere le attrezzature, le altezze dei soffitti non risultavano a norma e gli spazi antistanti l'ascensore ed i bagni dei lavoratori erano occupati da prodotti chimici infiammabili e pericolosi». Una situazione nota da ben dieci anni.
«A distanza di tanto tempo, ad oggi, la Uoc di Anatomia Patologica - denunciano i due segretari - non è stata trasferita in locali idonei, né si è provveduto a provare di bonificare gli esistenti; elemento questo impossibile da attuarsi considerata la sua inadeguatezza strutturale della porzione di immobile (fra l’altro, soffitti inferiori a tre metri)».


La situazione è diventata ormai insostenibile.
«Da diverso tempo - spiegano Tedesco e Macchia - il personale impiegato nella Uoc accusa malori ingiustificati e tanto oramai è divenuto intollerabile. La risposta è semplice: da diverso tempo i monitoraggi ambientali hanno fatto emergere livelli di formaldeide fuori dalla norma. Adesso hanno raggiunto un limite non più tollerabile, e l'esposizione per il personale dipendente a patologie molto serie è una realtà con cui fare i conti». Il pericolo è quindi conclamato.
«Da ultimo - aggiungono i due sindacalisti -, a seguito dell'ennesimo sopralluogo effettuato nei locali, e dopo aver rilevato una concentrazione di formaldeide non più tollerabile, il Servizio di sorveglianza sanitaria ha prescritto l'uso di Dpi (Dispositivi di protezione individuale) durante l'orario di lavoro "a permanenza". Siamo nel 2019, non è più tollerabile che in un presidio così importante i lavoratori siano costretti a proteggersi per svolgere un lavoro che non dovrebbe avere situazioni così estreme di pericolo della salute. Perché di questo si tratta, a causa di queste esposizioni i lavoratori dovranno sottoporsi a visite mediche trimestrali, perché la formaldeide è una sostanza fortemente cancerogena».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400