Lunedì 22 Aprile 2019 | 09:07

NEWS DALLA SEZIONE

Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
Nel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
Operazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
3 denunce
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
Il caso
Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

Mesagne, non c'è assistenza: negata gita a bimbo disabile

 
Junior 54 Kg
Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

Boxe, il brindisino Iaia convocato in Nazionale

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Dopo 22 anni fermi i risarcimenti

Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento dei danni

Il ministero della difesa condannato a pagare 4 milioni. Ma il Tar boccia il ricorso per ottenere l’esecuzione

Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento dei danni

BRINDISI - Un'odissea che si trascina ormai da 22 anni e a cui neppure una sentenza di condanna (passata peraltro in giudicato dopo il «visto» apposto della Cassazione) riesce a porre fine.

È quella che, loro malgrado, stanno vivendo sulla propria pelle gli eredi delle vittime della «Kater I Rades», la «carretta del mare» albanese affondata il 28 marzo 1997 al largo di Brindisi dopo uno scontro con la nave della Marina Militare «Sibilla».
A causa di quell’incidente - raccontato nelle cronache come la «Strage del Venerdì Santo» (due giorni dopo si celebrò la Pasqua) - persero la vita 57 persone, a cui si aggiunsero 24 dispersi (o corpi non sono stati mai più ritrovati) tra coloro - tutti albanesi - che trovavano posto sull'imbarcazione impegnata a trasportare profughi verso le coste italiane.
A quattro lustri (e mezzo) di distanza, gli eredi di quei disperati, che persero la vita per inseguire il sogno della libertà dal regime dittatoriale che vigeva allì’epoca nel Paese delle Aquile, attendono ancora il risarcimento dei danni. In 24 hanno avviato un’azione giudiziaria e hanno dovuto attendere circa quindici anni per ottenere una sentenza di condanna, sia da parte dei giudici di primo grado (il Tribunale di Brindisi), sia da parte dei magistrati di secondo grado (la Corte d’Appello di Lecce), poi avallata anche dalla Cassazione (da qui il passaggio in giudicato).

La sentenza, in particolare, ha condannato il Ministero della Difesa (in solido con il comandante della nave militare, Fabrizio Laudadio), a versare, a ciascuno dei 24 eredi ricorrenti, a titolo di risarcimento danni, la complessiva somma di 2.350.000 euro. Considerando gli incidenti maturati dal 2011 in poi, si arriva a quasi quattro milioni: una cifra ragguardevole ma comunque sempre inferiore alle aspettative di chi in quell’incidente ha perso un familiare.
Ma quella somma, malgrado vari solleciti, gli eredi non l’hanno ancora incassata e, in conseguenza di ciò, si sono rivolti al Tar di Lecce, presentando un ricorso amministrativo per indurre il Ministero ad ottemperare alla sentenza divenuta definitiva. Proprio in quella sede, però, è arrivata un'altra mazzata, un’autentica beffa: il ricorso è stato respinto per nullità dell'atto introduttivo, In parole povere, il Tar ha accolto la tesi del Ministero secondo cui non risultano facilmente identificabili i ricorrenti (per alcuni ci sono date di nascita diverse, per altri anni nomi o cognomi diversi): mancando un elemento essenziale del ricorso, questo è da considerarsi nullo.

Bisogna insomma ripartire, presentando un nuovo ricorso. E pazienza se gli eredi delle vittime dovranno attendere chissà quanti altri anni ancora per avere giustizia una volta per tutte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400