Lunedì 21 Gennaio 2019 | 04:39

NEWS DALLA SEZIONE

Arte
Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 

Dopo la polemica

S.Pancrazio, la scuola decide per la settimana corta

Martedì la ratifica al Consiglio d'Istituto

S.Pancrazio, la scuola decide per la settimana corta

I genitori si sono espressi, gli alunni anche, adesso la decisione finale spetta al consiglio d’istituto che si riunirà martedì. L’esito del monitoraggio dell’orientamento dei genitori in merito alla proposta della settimana corta vede il 58,4% a favore.
Il funzionamento didattico settimanale di cinque giorni è stato accolto con successo anche dagli alunni della scuola secondaria di I grado. Su 232 studenti presenti a scuola, 148 si sono dichiarati a favore, 74 contrari.
Lo spoglio delle schede effettuato venerdì da un nucleo di valutazione interno consente di definire una evidente predisposizione alla settimana corta.


Adesso, mentre i genitori e gli alunni tirano un sospiro di sollievo, non tanto per il risultato raggiunto, ma per la conclusione di un momento che ha creato non poche polemiche tra i sostenitori e i contrari, bisogna attendere la deliberazione del consiglio di Istituto, che è composto da otto docenti, otto genitori, due addetti personale ATA e la dirigente Carmen Taurino.
«Ci teniamo a precisare - ha sottolineato uno dei genitori facenti parte del Consiglio, Ivano Piccone - che la parola chiave che caratterizzerà ogni successivo momento decisionale e non solo, sarà collaborazione. Inoltre, ci preme evidenziare che non era nostro interesse denigrare la proposta, quanto svolgere il nostro ruolo nel migliore dei modi, garantendo una corretta informazione dei pro e dei contro, per consentire un’adeguata e scrupolosa valutazione».


La preside Carmen Taurino si definisce soddisfatta e tanto dichiara. «La Scuola ha adottato il metodo più democratico possibile, quello di rivolgersi a tappeto a tutti i genitori. E lo ha fatto non mediante una semplice domanda con risposta sì/no ma descrivendo puntualmente nella scheda data al genitore quale sarebbe stato l’assetto previsto in caso di settimana corta, per ogni settore formativo. Questo perché il sì o il no fosse frutto di consapevolezza completa da parte delle famiglie e non stabilito al buio. Tutto ciò non era un passaggio obbligatorio per legge, né dovuto, ma lo abbiamo voluto e attuato perché crediamo in una forma correttamente partecipata di Scuola. La procedura tutta è stata decisa dagli organi collegiali quali Collegio dei docenti e Consiglio di Istituto. Ed è stata fedelmente applicata, con i risultati che conosciamo. Confermando, pur nelle prevedibili differenze, quanto gli studenti, che sono i primi destinatari di ogni scelta della scuola, avevano già con convinzione decretato nel monitoraggio a loro dedicato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400