Lunedì 21 Gennaio 2019 | 02:57

NEWS DALLA SEZIONE

Arte
Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 

La convocazione

Brindisi, rischio paralisi del porto: il prefetto convoca un incontro

Sequestro dei varchi: un piano per limitare i disagi

Brindisi, abusi e falso: sequestrati varchi al Porto. «Si rischia la chiusura»

BRINDISI - Un incontro tecnico per fare il punto sulla situazione dopo il sequestro dei 12 varchi doganali ed altre strutture dell’Autorità portuale di sistema del Mar Adriatico Meridionale e le misure allo studio per salvaguardare la security e l’operatività del porto di Brindisi, è stata convocata per domani dal prefetto Valerio Valenti. La preoccupazione espressa dal presidente Ugo Patroni Griffi, il giorno dell’apposizione dei sigilli da parte della Guardia di finanza su disposizione della Procura della Repubblica, circa l’operatività e la sicurezza dello scalo sono condivise dall’Autorità di Governo che segue con attenzione l’evolversi della complicata vicenda.

Ieri intanto l’Autorità marittima - il comandante della Capitaneria di porto Giovanni Canu - ha convocato una nuova riunione del Comitato per la security portuale al quale hanno preso parte i rappresentanti di Vigili del fuoco, Polizia di frontiera, Guardia di finanza, Agenzia delle dogane, per evitare che gli effetti del sequestro possano riverberarsi in maniera negativa sulla «vita dello scalo» valutando delle misure alternative che, pur rispettando le disposizioni della Magistratura, possano consentire in maniera più agevole il lavoro di quanti sono deputati in particolare a garantire la security del porto. Sebbene il sequestro dei 12 varchi non inibisca l’ingresso e l’uscita dal porto, da circa una settimana gli addetti alla sicurezza - guardie giurate e forze dell’ordine -, che fino a prima del sequestro lavoravano nei «gabbiotti» nei pressi degli ingressi dello scalo, sono temporaneamente costretti a presidiarli - sia di giorno che di notte - dall’interno delle loro auto, in cui trovano riparo nei giorni, come gli ultimi, di pioggia e freddo.

E l’inverno è ormai alle porte. Per superare questi disagi, di non poco conto, le strutture dell’Authority sono a lavoro per realizzare un piano che possa incontrare il favore della Procura. Allo studio, in maniera condivisa anche con la struttura Urbanistica del Comune, vi sarebbe tra le ipotesi anche un Piano di collocazione di nuove strutture per alleviare i disagi degli operatori della sicurezza. Tra le idee al vaglio vi sarebbe quella del posizionamento di camper o shelter all’interno dei quali gli operatori potrebbero trovare riparo. Ovviamente si tratterebbe di soluzioni temporanee che dovranno essere condivise con i vari «attori» del porto e che dovranno ottenere il placet della Procura. Nell’ambito del procedimento sono cinque gli indagati in con altre 2 persone non identificate. Si tratta di Gianluca Fischetto (direttore dei lavori di ampliamento della strada); Francesco Di Leverano (direttore del Dipartimento tecnico dell’Autorità di sistema portuale e Responsabile unico del procedimento - Rup - incaricato della verifica della regolare esecuzione dei lavori); Gaetano Giordano (imprenditore); Antonella Antonazzo (incaricata per il monitoraggio archeologico) e Antonio Iaia (collaudatore tecnico amministrativo delle opere). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400