Martedì 04 Agosto 2020 | 10:14

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: grave 52enne, arrestata moglie

 
l'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 
la visita
Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

 
ll fatto
San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

San Pietro Vernotico, minaccia compagna con lungo coltello: bloccato dai cc

 
Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

Oria, banca condannata a restituire 100mila euro

 
ABUSIVISMO
A Rosa Marina una spiaggia libera trasformata in lido, tutto sequestrato

A Rosa Marina una spiaggia libera trasformata in lido, tutto sequestrato

 
caldo
Riscaldamento globale: a Brindisi l'incremento maggiore d'Italia

Riscaldamento globale: a Brindisi l'incremento maggiore d'Italia

 
VERSO LE ELEZIONI
S. Vito dei Normanni: il sindaco si dimette e si candida alle Regionali

S. Vito dei Normanni: il sindaco si dimette e si candida alle Regionali

 
il 2 agosto
«Per un'ora d'amore... o forse due»: Oria ricorda i grandi della musica italiana con una serata-evento

«Per un'ora d'amore... o forse due»: Oria ricorda i grandi della musica italiana con una serata-evento

 
LE INDAGINI
Carne avariata sul litorale di Brindisi, padre e figlio intossicati

Carne avariata sul litorale di Brindisi, padre e figlio intossicati

 
Blitz all'alba
Bari, estorcevano soldi a imprenditore di Brindisi: 5 arrestati

Bari, estorcevano soldi a imprenditore di Brindisi: 5 arrestati

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
BrindisiL'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: grave 52enne, arrestata moglie

 
BariIl caso
Bari, Petruzzelli contro Amiu: «Niente personale per estendere il porta a porta e si assume un nuovo dirigente»

Bari, Petruzzelli contro Amiu: «Niente personale per estendere il porta a porta e si assume un nuovo dirigente»

 
TarantoA Torricella
Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

 
Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 

i più letti

La denuncia

Mesagne, a scuola libri nello zaino e droga nelle mutande

Un 17enne è stato scoperto in classe dai Carabinieri, denunciato

Mesagne, a scuola libri nello zaino e droga nelle mutande

A scuola, oltre allo zaino con libri, quaderni, diario e astuccio delle penne, si era portato anche otto dosi di marijuana. Sette se le era nascoste negli slip, dove evidentemente pensava che non sarebbe mai venuto in mente di andare a controllare, l’ottava la teneva nella tasca dei jeans che in indossava. Evidentemente il pusher-studente 17enne che è stato trovato in possesso della sostanza stupefacente dai carabinieri della stazione di Mesagne si sentiva sicuro del fatto suo. Di certo non si aspettava di trovare i carabinieri a scuola e non aveva messo in conto che i militari dell’Arma fossero al Tecnico commerciale “Epifanio Ferdinando” alla ricerca di droga. I carabinieri lo hanno perquisito e addosso gli hanno trovato 8 dosi di “erba”. La sostanza stupefacente era conservata all’interno di buste in cellophane trasparenti, chiuse ermeticamente, che lo studente si era nascosto all’interno degli slip. Nel prosieguo della perquisizione i militari dell’Arma hanno trovato, addosso allo stesso 17enne, due grinder (si tratta di attrezzi macina erba, sminuzzatore o trituratore). Lo studente se li era portati a scuola nascondendoli all’interno della felpa che indossava. Il pusher in erba ha rimediato una denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Lecce. La sostanza stupefacente e i due grinder sono stati posti sotto sequestro dai militari dell’Arma.


E’ – purtroppo – un dato di fatto inequivocabile: pusher e consumatori di droga ormai sono ragazzini, incensurati e insospettabili. Una volta la prima sigaretta di tabacco si fumava, di nascosto, nel bagno delle scuole medie, ora spacciare a 17 anni non è più questione di periferie degradate delle metropoli, ma è fenomeno anche di casa nostra. Allo stesso modo è diventato “normale” consumare sostanze stupefacenti quando si è appena adolescenti e non ci sono più zone “franche”. Portare “fumo” e “erba” a scuola è la “normalità”. C’è di che preoccuparsi. Per questo da tempo i carabinieri hanno adottato le contromisure del caso, dichiarando una guerra campale ai venditori di droga e, contemporaneamente, intensificando i controlli per togliere dalla circolazione quanto più “roba” possibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie