Sabato 17 Novembre 2018 | 06:12

NEWS DALLA SEZIONE

A Carovigno
Brindisi, distributore ambulante di carburante illegale: scatta sequestro e denuncia

Brindisi, distributore ambulante di carburante: sequestro e denuncia

 
Il folle gesto
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Brindisi, disoccupato minaccia di darsi fuoco davanti al Comune

 
A Cisternino
Brindisi, spacciava a 15 anni: preso vicino alla scuola

Brindisi, spacciava a 15 anni: preso vicino alla scuola

 
Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
a Tuturano
Lite tra ex amiche: auto sfasciata a calci e minacce di morte

Lite tra ex amiche: auto sfasciata a calci e minacce di morte

 
San Pancrazio Salentino
Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: tre feriti, gravi due anziani

Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: morta 82enne

 
Vicino il campetto di rugby
Brindisi, tentato omicidio nella notte al rione S.Elia: un ferito

Brindisi, agguato nella notte al Rione Sant'Elia: ferito un 28enne

 
A fasano
Xylella, nuovo monitoraggio in zona ulivi monumentali

Xylella, nuovo monitoraggio in zona ulivi monumentali

 
Malavita scatenata
Brindisi, guerra di mala e rapine: prime pesanti condanne

Brindisi, guerra di mala e rapine: prime pesanti condanne

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Monopoli-Fasano

Ospedale interprovinciale, il cantiere apre a fine mese

I lavori dovrebbero durare tre anni, la struttura sarà all'avanguardia

Ospedale interprovinciale, il cantiere apre a fine mese

Tutto pronto per la posa della prima pietra e per la costruzione del nuovo ospedale Monopoli-Fasano. La data, senza dubbio storica per il territorio inteso in senso ampio, è quella di mercoledì 26 settembre alle ore 11, presso il cantiere della erigenda struttura ospedaliera, in territorio di Monopoli, al confine con quello di Fasano.
Alla cerimonia interverranno il presidente della Regione Michele Emiliano, il consigliere regionale Fabiano Amati, i sindaci di Monopoli Angelo Annese e di Fasano, Francesco Zaccaria, oltre al direttore generale della Asl di Bari Antonio Sanguedolce. La benedizione sarà data dal vescovo della diocesi, mons. Giuseppe Favale.
Il nuovo ospedale sarà realizzato dal raggruppamento d’impresa Astaldi-Guastamacchia, nel tempo massimo di 1000 giorni dalla sottoscrizione del contratto. L’aggiudicazione definitiva della gara d’appalto per la costruzione dell’ospedale è arrivata lo scorso 31 dicembre 2017, al termine di un lungo iter burocratico, cominciato nel 2011. Ora la speranza è quella che non intervengano ulteriori intoppi e che si possa ultimare la costruzione dell’opera nel tempo prefissato. Un’opera che, secondo la politica regionale che l’ha voluta, sanerà una profonda lacuna: l’assenza di un ospedale di una certa importanza lungo l’asse Bari-Brindisi. Per intenderci un ospedale che possa intervenire sulle malattie ad alta complessità, quelle che nel gergo si considerano tempo-dipendente.
La posa della prima pietra fa seguito all’aggiudicazione dei lavori entro i tempi prefissati dal cronoprogramma. Del resto l’aggiudicazione doveva arrivare nel rispetto dei tempi fissati per legge statale per l’utilizzo dei finanziamenti. La scadenza era lo scorso 31 dicembre e la delibera è giunta con un giorno d’anticipo con l’assegnazione al raggruppamento d’impresa Astaldi-Guastamacchia. Dai riscontri eseguiti dalla commissione esaminatrice emerge che la Rti Astaldi-Guastamacchia ha totalizzato un punteggio di 96,64, con ribasso percentuale offerto del 26,05 per cento per un importo di 73,2 milioni di euro, oltre iva al 10%, per complessivi 80,5 milioni di euro.
All’interno della costruenda struttura ci saranno 5 sale operatorie, 3 sale Tac, 2 Risonanza Magnetica, 3 sale Rx, 2 mammografiche e 3 ecografiche. Diversi gli ambulatori. Il blocco parto sarà costituito da 3 sale travaglio-parto, da una sala parto in acqua e da una sala operatoria per le emergenze ostetriche e cesarei. Previste sale per l’endoscopia, per la cardiologia invasiva e per la radiologia interventistica. Anche le camere per la degenza potranno godere del panorama con all’orizzonte ulivi e mare. Infatti la struttura non supererà i tre piani di altezza con le finestre dei reparti che saranno a contatto di gomito con gli stessi ulivi della zona.
Fin qui il progetto, ma per gli addetti ai lavori delle due Asl la vera missione è quella di far diventare l’ospedale un punto di riferimento per l’utenza. A parte la costruzione dal punto di vista strutturale, la vera sfida resta proprio questa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400