Giovedì 20 Settembre 2018 | 12:58

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Vittima morì dopo 18 giorni

Fasano uccise connazionale: albanese estradato dopo 20 anni

Il 39enne Gazmend Nure, che è stato arrestato in Spagna, dovrà scontare 22 anni di carcere

Fasano uccise connazionale: albanese estradato dopo 20 anni

Gazmend Nure

FASANO - Colpì alla testa un connazionale, che morì dopo 18 giorni di agonia in ospedale. Il tragico fatto avvenne a Fasano il 1° agosto 1998, vent’anni fa. L’altro ieri Gazmend Nure, 39 anni, cittadino albanese, è giunto all’aeroporto di Roma Fiumicino. Ad “accoglierlo” ha trovato i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi, che gli hanno notificato un ordine di carcerazione emesso a suo carico dalla Procura generale presso la Corte di appello di Lecce. Il 39enne albanese, che è stato estradato dalla Spagna, dovrà scontare 22 anni di carcere per l’omicidio del suo connazionale.

Fra 4 giorni saranno trascorsi esattamente 20 anni da quel 1° agosto 1998 quando, alle 20 e 30, giunse una telefonata ai carabinieri di Fasano da parte dei medici dell’ospedale «Umberto I» che comunicavano che era stato condotto al Pronto soccorso un cittadino extracomunitario, probabilmente albanese, in stato di coma, in conseguenza di un “trauma cranico encefalico commotivo” provocato da un cacciavite. Il ferito venne subito trasferito nell’ospedale “Di Venere” di Bari, a causa della gravità delle lesioni che presentava. Le indagini, avviate dai carabinieri della compagnia di Fasano, si orientarono sin da subito verso la comunità degli albanesi del luogo al fine di identificare il ferito e ricostruire la vicenda.

Gli accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma portarono all’identificazione di un amico della vittima che, con l’ausilio di un interprete, rilasciò le prime dichiarazioni grazie alle quali fu possibile localizzare un casolare abbandonato, ubicato in contrada Gravinella, prima periferia di Fasano, dove furono recuperati documenti che attestavano il passaggio della vittima da quel luogo.

Si trattava di un ricovero di fortuna perché all’interno del casolare i carabinieri rinvennero un giaciglio e un borsone contenente indumenti personali e documenti che risultarono essere quelli della vittima identificata per Luan Kaja, deceduto a seguito delle lesioni il 19 agosto 1998, dopo 18 giorni dalla selvaggia aggressione di cui era stato vittima. L’autopsia consentì di rilevare la presenza a livello della regione temporale sinistra di un foro penetrante di piccole dimensioni, di caratteristiche analoghe a quelle rilevate a livello cervicale destro, fori compatibili con quelli provocati da un punteruolo o una punta da trapano o da un cacciavite.

L’amico della vittima, che fu testimone oculare dell’evento, venne minacciato con una pistola dall’omicida poiché aveva tentato di fermarlo per impedirgli di continuare l’aggressione. Grazie alle sue indicazioni per gli investigatori fu possibile ricostruire tutte le fasi della vicenda e, soprattutto, il movente e le circostanze in cui era maturato il grave delitto che sconvolse l’opinione pubblica fasanese per la brutalità della modalità con cui era stato commesso.
m. mong.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Brindisi, picchia e deruba la madre poi tenta furto in chiesa: arrestato

Brindisi, picchia e deruba la madre poi tenta furto in chiesa: arrestato

 
Brindisi, fermato aggressore del migrante 16enne: colpito per un saluto a una ragazza italiana

Brindisi, fermato aggressore di un migrante 16enne: pestato per aver salutato una ragazza

 
Brindisi, sequestrati nel porto 39mila peluche e 5mila motori per lavatrici

Brindisi, sequestrati nel porto 39mila peluche e 5mila motori per lavatrici

 
Pensionato scompare a Brindisi, ricerche in tutta la zona

Pensionato scompare a Brindisi, ricerche in tutta la zona

 
Ostuni, biglietteria chiusa, polemiche sulla stazione ferroviaria

Ostuni, biglietteria chiusa, polemiche sulla stazione ferroviaria

 
Brindisi, assicurazione Rca in picchiata: diminuisce il costo delle polizze auto

Brindisi, assicurazione Rca in picchiata: diminuisce il costo delle polizze auto

 
Brindisi, imbratta la porta del condominio: denunciato 19enne

Brindisi, imbratta porta del condominio: denunciato 19enne

 
Brindisi contro le barriere architettoniche: associazioni in piazza

Brindisi contro le barriere architettoniche: associazioni in piazza

 

GDM.TV

Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Gli studenti del Poliba creano una monoposto da corsa: IL VIDEO

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 

PHOTONEWS