Venerdì 22 Marzo 2019 | 11:17

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMusica
Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

Sziget Festival: a Bari le selezioni per suonare a Budapest

 
MateraBeni culturali
Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

Matera, il Fai apre le porte dei siti poco fruibili

 
TarantoSerie D
Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

 
LecceL'iniziativa
Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

 
FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito fucilato vicino casa: forse faida fra rivali

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

torre santa susanna

Erano finiti sotto processo
per aver trasmesso una partita

Titolare e dipendente di paninoteca assolti: «Il fatto non sussiste»

Erano finiti sotto processo per aver trasmesso una partita

TORRE - Assolti perché il fatto non sussiste. Si tratta del proprietario di una paninoteca, Angelo Barbarello, nato in Germania 45 anni fa, residente a Torre Santa Susanna, e del suo dipendente, Piero Polito, 47 anni, di Torre Santa Susanna, finiti sotto processo per avere proiettato, per i loro clienti, la partita di calcio Sassuolo-Roma, trasmessa sui canali di Mediaset. Proiezione avvenuta il 19 marzo del 2017 a Torre Santa Susanna. I due sono stati difesi dall’avvocato Michele Iaia, per i quali aveva chiesto l’assoluzione evidenziando che <l’istruttoria dibattimentale non aveva provato la responsabilità penale dei due imputati, in quanto non avevano né pubblicizzato la proiezione dell’evento sportivo, né avevano richiesto un sovrapprezzo speciale per assistere alla proiezione>. E quindi non punibile perché non vi era stato un fin di lucro, ma era stato solo un servizio offerto ai clienti. .

Il pubblico ministero d’udienza aveva chiesto la condanna a sei mesi ciascuno di reclusione. Il giudice monocratico Francesco Cacucci, invece, li ha assolti, accogliendo la tesi prospettata dall’avvocato Iaia.

I fatti, come riportato in precedenza, risalgono al marzo del 2017. Per quella sera Angelo Barbarello, titolare della paninoteca , decide di trasmettere nel suo locale la partita tra Sassuolo e Roma, utilizzando un decoder e una scheda di Mediaset Premium, detenuti solo per uso domestico e privato. La cosa non passa inosservata. Le forze dell’ordine intervengono e scatta la denuncia per avere distribuito pubblicamente e abusivamente la gara di calcio in assenza di accordo con il fornitore del servizio, vale a dire Mediaset. E finiscono dinanzi al giudice monocratico titolare della paninoteca e dipendente.

[pi. arg.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400