Domenica 24 Marzo 2019 | 13:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Guidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
Tra Cellino S.Marco e S.pietro Vernotico
Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 persone gravi in ospedale

Scontro fra due auto nel Brindisino, morti 3 ragazzi, 2 feriti in ospedale

 
Fino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
A brindisi
In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

In un sacco della spazzatura 8kg di marijuana: è mistero

 
Nel Brindisino
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeAgricoltura in protesta
Lecce, Coldiretti e Gilet arancioni a Conte: «Bisogna fermare disastro Xylella»

Lecce, Coldiretti e Gilet arancioni a Conte: «Bisogna fermare disastro Xylella»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
BatIl caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

«Nessuno se n’è accorto»

Ventilatore staccato
Deceduto malato di Sla

Ventilatore staccato Deceduto malato di Sla

di Antonio Portolano

BRINDISI - Chiede giustizia la famiglia di Gualdo Formica, il 67enne brindisino malato di Sclerosi laterale amniotrofica (Sla), tracheostomizzato con ventilazione h24, deceduto nel reparto di Pneunomologia dell’ospedale «Perrino» nella mattinata di martedì.

L’uomo si era ricoverato per una cura antibiotica lunedì mattina. A distanza di 24 ore dal ricovero tuttavia, martedì mattina mattina, intorno alle 10, il figlio lo ha trovato privo di vita con la valvola del ventilatore di respirazione staccata.

La famiglia del deceduto subito dopo il rinvenimento del corpo esanime ha denunciato il personale di Polizia del Posto fisso del Perrino.

Secondo quanto riferito dai famigliari agli investigatori nessuno tra il personale del reparto di Pneumologia si sarebbe accorto del fatto che la valvola del ventilatore di respirazione staccata e quindi il congiunto non potesse respirare.

Da qui il sospetto di possibili negligenze da parte dello staff medico che i famigliari hanno denunciato agli investigatori. I poliziotti del Posto fisso - su disposizione del pm Paola Palumbo che coordina le indagini - hanno sequestrato il macchinario in questione, stilando un apposito verbale e stanno svolgendo tutti gli approfondimenti del caso.

Ieri mattina i familiari del 67enne hanno depositato una denuncia in Procura. Il reparto del Perrino ufficialmente, insieme a Bari è considerato centro di riferimento Sla. Ora la procura sta valutando se possano sussistere eventuali responsabilità in ordine al decesso del 67enne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400