Sabato 18 Gennaio 2020 | 04:42

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 
Il video
Tap, Castoro Sei arriva a Brindisi: a breve la posa della sezione sottomarina del gasdotto

Brindisi, arriva la nave Castoro Sei: a breve la posa della sezione sottomarina per Tap

 
La rissa
Fasano, espulso da centro di accoglienza: migrante aggredisce direttrice e carabinieri

Fasano, espulso da centro di accoglienza: migrante aggredisce direttrice e carabinieri

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Rione cappuccini

Diavolina per bruciare l’auto
del figlio di un ispettore di Polizia

Indagano i carabinieri

Diavolina per bruciare l’auto del figlio di un ispettore di Polizia

di Antonio Portolano

Tavolette di «diavolina», piazzate sulla gomma anteriore sinistra dell’auto poi date alle fiamme. È così che gli incendiari hanno messo a segno un attentato in piena regola poco prima della mezzanotte di ieri. Nel mirino dei malviventi è finita la Peugeot 308 del 42 brindisino R.P., figlio di un ispettore di polizia in pensione e fratello di un altro poliziotto. Il proprietario è dipendente invece di una nota azienda del settore aeronautico con base alla zona industriale. È buio fitto sul movente e sugli autori del raid incendiario.

I malviventi sono entrati in azione intorno alle 23.30 di lunedì, in via Udine - al rione Cappuccini - dando alle fiamme una Peugeot 308 cabriolet.

Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del comando provinciale, che hanno avuto ragione delle fiamme in pochi minuti, ed i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Brindisi.

I sospetti di una possibile origine dolosa dell’incendio hanno trovato conferma nei rilievi successivi allo spegnimento delle fiamme.

Seguendo proprio a ritroso l’effetto provocato dalle fiamme è apparso chiaro che l’incendio sia partito dalla parte anteriore sinistra dell’auto investendo poi paraurti, cofano e vano motore. Poi sarebbero stati individuati dei frammenti di «diavolina» che sono stati isolati e repertati per essere sottoposti ad accertamenti. Il combustibile è stato piazzato tra la gomma anteriore sinistra e il parafango. Mistero fitto sul movente e i possibili autori del raid, lo stesso proprietario, sentito dai militari dell’Arma, non avrebbe proprio idea dei possibili autori non avendo problemi con alcuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie