Giovedì 28 Maggio 2020 | 17:53

Il Biancorosso

serie C
Il tecnico biancorosso Vincenzo Vivarini

Il Bari pronto a tornare in campo: i play-off l’ipotesi più credibile

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

 
Leccel'incidente
Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

 
Foggial'indagine
Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

 
Baritecnologia
Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

 
Brindisinel Brindisino
Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

 
Batnella bat
Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

 
Materatecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 

i più letti

Raddoppio dei binari sulla Termoli-Lesina le carte inviate al Cipe

Raddoppio dei binari sulla Termoli-Lesina le carte inviate al Cipe
di FRANCO GIULIANO

BARI. Ventiquattro ore dopo l’incontro della Gazzetta a Palazzo Chigi, ieri - solo ieri - il progetto tecnico per il raddoppio Termoli-Lesina (35 km ancora a binario unico da Pescara a Bari) finalmente è stato inviato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al Comitato Interministeriale per la programmazione economia (Cipe). La notizia è stata confermata alla Gazzetta dalla stessa segreteria del Comitato, l’organo collegiale del governo presieduto dal presidente del Consiglio dei Ministri. L’ufficio preposto dovrà adesso avviare l’istruttoria preliminare, cioè valutare dal punto di vista formale (non tecnico) l’intera documentazione, prima di essere inviata al pre-Cipe, e inserirla successivamente all’Ordine del giorno della prossima riunione del Cipe che si riunisce su proposta del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti.

«Ad oggi - ci fanno sapere il segretario ed un funzionario degli Uffici chiamati ad esaminare la documentazione - non si conosce ancora la data nè del pre-Cipe, nè quella del Cipe». La notizia dell’invio del progetto dal Ministero al Cipe rappresenta comunque un risultato importante per la definizione di una vicenda che si trascina da troppo tempo. E comunque può essere letta come la prima concreta risposta del governo che giunge esattamente il giorno dopo l’incontro a Palazzo Chigi tra il direttore della Gazzetta, Giuseppe De Tomaso e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

I dirigenti del Cipe che ieri ci hanno dato la notizia della avvenuta acquisizione della relazione istruttoria non escludono che l’iter possa concludersi in tempo con la prossima riunione del Cipe che potrebbe tenersi prima di Natale. La procedura però affinchè questo progetto tanto atteso giunga sul tavolo del Comitato prevede un passaggio politico preliminare da parte del sottosegretario Lotti che dopo la formalità del pre-Cipe dovrà decidere la data di convocazione della riunione del Comitato vero e proprio.

«Finalmente - commenta l’assessore Gianni Giannini. Già il fatto che il progetto è arrivato all’esame del Cipe è un segnale positivo e mi auguro che superate tutte le difficoltà poste dalla posizione del Molise si giunga alla approvazione dello stesso in tempi rapidissimi. Abbiamo già aspettato troppo » . Anche per l’assessore ai Trasporti della regione Molise, Giampaolo Nagni la notizia è positiva. L’assessore però non è a conoscenza se la prescrizione presentata dalla sua Regione è stata inserita nel progetto inviato all’esame del Cipe.
Il Molise nei giorni scorsi si era detto disposto a dare il via libera al progetto ferroviario in cambio della prescrizione al Cipe della variante che prevede, per il tratto che interessa Campomarino, una galleria naturale di un chilometro e 900 metri e una galleria artificiale di 900 metri». Ipotesi queste diverse dal progetto iniziale di Rfi. Adesso a mettere la parola fine sarà il Governo nella prossima seduta del Cipe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie